Incubo Covid, boom contagi da Torre Annunziata alla penisola sorrentina: sale l’indice di positività

Salvatore Dare,  

Incubo Covid, boom contagi da Torre Annunziata alla penisola sorrentina: sale l’indice di positività

Un vero e proprio boom di contagi e vittime. In Campania la quarta ondata di Covid non si ferma. Ci sono 13.107 nuovi casi su un numero di test effettuati inferiore ai giorni scorsi (54.899 quelli contenuti nel bollettino diramato nella giornata di ieri). Risultato? Il tasso di contagio va alle stelle passando dall’11,19% al 23,87. In netto aumento pure i decessi, 20 nelle ultime 48 ore cui se ne aggiungono altri cinque avvenuti in precedenza ma registrati soltanto ieri. Cresce anche la pressione sugli ospedali: i posti letto di terapia intensiva occupati restano in linea con il dato diffuso domenica (+1), ma è molto più robusta la crescita dei posti di degenza occupati che oggi si attestano a 1.085 (+54). Insomma, un quadro che è sempre più allarmante e che dovrebbe indurre tutti a non indugiare sulla necessità di aderire alla campagna vaccinale contro il Covid. Intanto, da venerdì 14 gennaio, torna l’obbligo di prenotazione per i vaccini: sarà reintrodotta la piattaforma Soresa con cui i cittadini potranno caricare i propri dati.

I dati città per città

A Castellammare di Stabia, i contagi continuano ad aumentare. Ieri il sindaco Gaetano Cimmino ha annunciato la positività di 34 cittadini, di cui nove con sintomi lievi. Complessivamente sono stati lavorati 439 tamponi per cui la percentuale dei nuovi contagiati rispetto ai tamponi effettuati è al 7,7%. Sei, invece, i cittadini di Castellammare di Stabia che hanno sconfitto il coronavirus. A Torre Annunziata invece ci sono 312 nuovi casi di contagio da Covid negli ultimi tre giorni, a fronte di 1.662 tamponi processati, «con l’indice di positività che si attesta al 18,77 per cento» specifica il Comune. Al contempo si registrano 36 guarigioni. Al momento sono 1.151 i cittadini attualmente positivi. Capitolo vaccinazioni: le dosi somministrate sino ad ora sono 66.138 (prime dosi 30.136; seconde dosi 25.266; terze dosi 10.736). A Torre del Greco si va sui 2.000 cittadini attualmente contagiati, con un balzo notevole nel corso degli ultimi 10 giorni con oltre 1.000 positività riscontrate.

Boom in penisola

In penisola sorrentina i numeri sono a dir poco preoccupanti. Attualmente i contagiati sono oltre 1.600, dato mai raggiunto dall’inizio della pandemia. E’ Piano di Sorrento la cittadina nella quale nel corso delle ultime settimane la situazione è peggiorata in modo più marcato: in poco tempo si è arrivati al punto di superare le 400 positività. Il sindaco Salvatore Cappiello ha di recente lanciato un appello sui social network chiedendo rispetto delle regole, responsabilità e rigore, oltre ovviamente a invitare tutti a vaccinarsi. A Sorrento, balzo dei positivi: ci sono 273 contagiati, la cui età media – come rileva il bollettino diffuso ieri dall’unità di crisi anti Covid 19 – è di 38 anni. Impennata di contagiati anche a Massa Lubrense con 165 contagiati. Peggio ancora Meta, una delle cittadine più piccole – come popolazione – con oltre 300 positivi al Covid. A Vico Equense ci sono quasi 250 contagiati, con una situazione che ha indotto il sindaco Giuseppe Aiello a predisporre un’ordinanza attraverso la quale – vedi articolo a pagina 5 – ha confermato la didattica a distanza nelle scuole. A Sant’Agnello non va meglio: 227 positivi al coronavirus.

CRONACA