Il gemellaggio di Pompei con Tsumagoi, sepolta dalla lava alla fine del ‘700

metropolisweb,  

Il gemellaggio di Pompei con Tsumagoi, sepolta dalla lava alla fine del ‘700

Un patto d’amicizia che unisce due città lontane ma con una storia simile. Pompei e Tsumagoi, un centro giapponese della prefettura di Gunma, hanno siglato un patto per lo scambio di accordi e relazioni internazionali. Due città lontane migliaia di chilometri unite da un destino simile. Pompei fu sepolta dalla lava del Vesuvio nel 79 d.C., Tsumagoi travolta dalla disastrosa eruzione dell’Asama Yama nel 1783. Le affinità tra Giappone e Sud del nostro Paese non sono casuali: anche Napoli è da tempo gemellata con Kagoshima, per fare un esempio. E i giapponesi com’è noto nutrono da sempre un grande interesse per gli scavi di Pompei ed Ercolano: questa passione ha animato nel tempo, in particolare, la realtà di Tsumagoi, meno di 20mila abitanti, che si identifica nella sorte di chi vive con un vulcano attivo alle spalle. Nonostante i ripetuti tentativi, andati purtroppo a vuoto, di ufficializzare una relazione tra le due realtà, Tsumagoi non si è data per vinta. Così, dopo alcune iniziative intraprese e condivise grazie all’impegno del professor Tetsuro Akanegakubo, giornalista, autore e docente sin dall’inizio importante interlocutore per i rapporti tra le due città, dopo la pausa pandemica all’inizio di quest’anno l’amministrazione di Tsumagoi è tornata alla carica interfacciandosi con il consigliere comunale responsabile del cerimoniale della Città di Pompei Mario Estatico. E ha ripreso contatto con la Città di Pompei richiedendo, questa volta, la firma di un Patto di Amicizia tra le due città. In prima linea, anche in questa occasione, il professor Akanegakubo, accanto a Makoto Tokunaga, imprenditore vinicolo ad Orvieto con base nella Prefettura di Gunma. L’’amministrazione comunale di Tsumagoi, attraverso una serie di passaggi coordinati Roberto De Pascale, presidente dell’Associazione Culturale l’Altro Giappone, ha riavviato il percorso con Città di Pompei e il sindaco, Carmine Lo Sapio, la cui risposta non si è fatta attendere. Con la firma del “Patto di Amicizia”, il Comune di Tsumagoi e la Città di Pompei si impegnano così a sviluppare legami tra le due città, a costituire relazioni istituzionali, con l’obiettivo di promuovere un’approfondita conoscenza reciproca, potenziare gli scambi culturali, linguistici, turistici, ambientali ed educativi come fonti di opportunità per gli appartenenti alle due comunità, facilitando lo scambio e la condivisione delle eccellenze dei territori.

CRONACA