Andrea Ripa

Circum, tagli alla Napoli-Poggiomarino-Scafati. Iovino (Italia Viva): «La Regione sostenga un piano per le nuove assunzioni in Eav»

metropolisweb,  

Circum, tagli alla Napoli-Poggiomarino-Scafati. Iovino (Italia Viva): «La Regione sostenga un piano per le nuove assunzioni in Eav»

“Le condizioni nelle quali versa l’EAV richiedono uno sforzo sinergico tra istituzioni e azienda affinché nel minor tempo possibile vengano superate le criticità che, in queste ore, stanno arrecando non pochi disservizi ai cittadini. Non è il momento delle polemiche, ma di gettare le basi per una riorganizzazione complessiva dell’azienda che porti in tempi celeri alla riattivazione delle tratte ora sospese come la Napoli- Scafati – Poggiomarino.” Così in una nota il Consigliere regionale del Gruppo Italia Viva, Francesco Iovino, vice presidente della Commissione trasparenza.  “Nella mattinata di oggi – fa sapere Iovino – ho avuto un colloquio telefonico con il Direttore Generale dell’EAV, il dottor De Gregorio, dal quale ho potuto evincere quanto sia intenso lo sforzo dell’Ente Autonomo Volturno per ridurre al minimo i disservizi acuiti non solo da deficienze strutturali e dalle rivendicazioni sindacali, ma anche dalle difficoltà determinare prima dalla pandemia e ora dai cali di tensione della corrente elettrica.” “Al dott. De Gregorio ho chiesto di procedere speditamente nell’attuazione del piano di assunzioni che serva ad adeguare un organico oggi evidentemente insufficiente. In tal senso ho assicurato il mio sostegno personale nel contesto del Consiglio regionale per sensibilizzare tutti sulla esigenza non solo di dotarsi di operatori, macchinisti e capistazione, ma anche di sostenere con forza una riorganizzazione complessiva dell’azienda che dovrà essere improntata ad una maggiore efficienza, garantendo, senza interruzioni, in particolare le corse nelle zone ad alta densità di viaggiatori.” “Confido nel fatto che l’EAV si possa porre nelle condizioni di superare presto le difficoltà del momento, assicurando le corse dei pendolari e dei turisti che, dopo lo stop determinato dal Covid, stanno tornando in massa in Campania per visitare le nostre bellezze storiche, artistiche, paesaggistiche e culturali”, chiude Iovino.

CRONACA