Vincenzo Lamberti

Incubo traffico in penisola, summit tra i 6 sindaci e il prefetto

Vincenzo Lamberti,  
Rilanciata l’idea di aprire le barriere in uscita dal casello di Castellammare durante i fine settimana

Incubo traffico in penisola, summit tra i 6 sindaci e il prefetto

Sorrento. L’emergenza traffico in Penisola Sorrentina arriva sulla scrivania del Prefetto. Ieri mattina, infatti, i sindaci della penisola sono stati negli uffici di Piazza Plebiscito da Claudio Palomba per chiedere un intervento deciso sulla vicenda traffico e sul caos ingorghi che, paralizzando la penisola, determina conseguenze negative sul turismo. I primi cittadini hanno chiesto limitazione ai mezzi pesanti e nuove regole per l’accessibilità in penisola. Una delegazione formata da  Giuseppe Tito (sindaco Meta), Giuseppe Gargiulo (vice sindaco Sant’Agnello), Peppe Aiello (sindaco Vico), Massimo Coppola (sindaco Sorrento), Lorenzo Balducelli (sindaco Massa Lubrense), Salvatore Cappiello (sindaco Piano di Sorrento).

“Abbiamo ribadito con forza – come facciamo da mesi a questa parte – le problematiche del nostro territorio legate a mobilità e sicurezza. Ci siamo anche detti disponibili ad adottare provvedimenti radicali, ricevendo la piena disponibilità del Prefetto” le parole del sindaco di Sorrento Massimo Coppola. Che ha aggiunto: “Ai cittadini vanno date risposte concrete e per questo abbiamo chiesto non solo un piano per le limitazioni all’accesso in penisola dei veicoli ed in particolare dei mezzi pesanti ma anche il rafforzamento degli organici delle forze dell’ordine”.

Tra le proposte che, nei mesi scorsi, erano state lanciate dai sindaci della Penisola vi era anche quella di aprire le barriere in uscita del casello autostradale di Castellammare di Stabia per tutta la giornata soltanto nei fine settimana. Una misura eccezionale che potrebbe essere attuata in attesa ovviamente di provvedimenti più ampi, organici e condivisi. Nel corso dei confronti che i sei sindaci della penisola sorrentina stanno avviando con le categorie produttive del settore turistico e commerciale oltreché forze di polizia e prefettura di Napoli, emerge una delle possibili contromisure per tentare di diminuire il caos lungo la Statale 145 che conduce in penisola sorrentina.

Da qui spunta dunque l’ipotesi legata al casello autostradale di Castellammare di Stabia: il problema si pone maggiormente nel corso delle ore pomeridiane del sabato e della domenica quando migliaia di automobili e scooter lasciano la penisola per raggiungere le altre località della provincia di Napoli. In tal senso, i sindaci di Sorrento, Massa Lubrense, Sant’Agnello, Piano di Sorrento, Meta e Vico Equense hanno indicato già in un documento risalente a qualche settimana fa la possibilità di consentire l’apertura in uscita della barriera. Obiettivo? Evitare lunghe code, evitare punti critici anche sul viadotto San Marco e, a cascata, alleggerire la situazione.

Nel dettaglio, le amministrazioni comunali avevano già formulato al prefetto di Napoli Claudio Palomba l’avvio di una interlocuzione con Autostrade per l’Italia chiedendo una svolta. In particolare si chiede che le barriere in uscita siano sempre aperte nelle giornate di sabato e domenica e dalle 18 alle 20, sempre nel percorso di uscita dunque in direzione Napoli, in particolari condizioni di criticità e in occasione di momenti di grandissima affluenza in penisola sorrentina.

@riproduzione riservata

CRONACA