Andrea Ripa

Dopo 40 anni chiude la storica salumeria Esposito a Ottaviano

Andrea Ripa,  

Dopo 40 anni chiude la storica salumeria Esposito a Ottaviano

Le rosette sempre calde, anche di sera. La mortadella più buona della città. E dietro il bancone il sorriso contagioso di Nunzia, Raffaele e Genny. Per quarant’anni la salumeria Esposito – il market al Rosario – è stata un’istituzione. Dal centro alla periferia, non c’è cittadino di Ottaviano che non sia passato di lì, foss’anche per acquistare una bottiglia di latte. E in quel negozio negli anni sono passate generazioni di ottavianesi. Bimbi che prima di andare a scuola acquistavano il panino proprio lì, ma anche le mamme intente a far la spesa o i muratori di qualche palazzo nelle vicinanze che si recavano in quel mini-market per «la marenna di pane» da consumare durante la pausa pranzo. E tanti di quei bimbi che per anni hanno comprato la rosetta con la mortadella una volta cresciuti sono diventati imprenditori, medici o anche politici. Loro sono cambiati, quello che non è cambiato al Rosario, è stato il minimarket della famiglia Esposito: rimasto al solito posto per quarant’anni. Sempre con la stessa ricetta: cortesia e qualità. Un must per piccoli e grandi imprenditori. Ora dopo quarant’anni di storia, di attività ininterrotta – anche nei giorni di festa – quel mini market a ridosso del centro storico di Ottaviano chiude i battenti. Per sempre. Lascerà spazio ad altre attività, che potrebbero partire già nei prossimi mesi. Il manifesto d’addio affisso dai titolari della struttura è un colpo al cuore di chi per anni si è recato in quel negozio al Rosario. «Grazie», è il messaggio che i titolari dell’attività commerciale hanno rivolto a tutti i clienti. «Di tutto l’affetto e l’amicizia di vero cuore che ci avete dato in questi lunghi anni di attività. Non è facile salutarvi senza lacrime dopo 40 anni vissuti insieme tra gioie e dolori». Nel messaggio firmato da Nunzia, Raffaele e Genny, gli storici gestori del minimarket di Ottaviano il commiato è un «abbraccio forte a tutti. Oggi qualcuno ci dirà “siete stati un pezzo di storia”, noi ringraziamo soltanto tutti coloro che ci hanno onorato in questi anni», hanno aggiunto poi i proprietari della storica attività commerciale. E la parola «storia» è quella ribadita qui e là in città dopo la notizia della chiusura ormai definitiva del market. Anche attraverso i social network c’è chi ha voluto inviare un messaggio ai proprietari della storica salumeria che chiuderà la saracinesca per sempre dopo 40 anni di attività. «Perdiamo un simbolo del commercio al dettaglio, un pezzo di storia della nostra comunità».

CRONACA