Travolto da uno scooter a Torre Annunziata, ferito un netturbino

Giovanna Salvati,  

Travolto da uno scooter a Torre Annunziata, ferito un netturbino

Ancora un altro incidente, ancora una volta un uomo investito e ferito. Questa volta a finire travolto da uno scooter è stato un netturbino che stava ripulendo le strade di Torre Annunziata dai rifiuti. L’episodio si è verificato nei giorni scorsi e subito dopo la mezzanotte nel centro storico della città oplontina, dove a seguito dell’ultimo incidente sembra essere scattate una nuova emergenza per la sicurezza dei cittadini. L’uomo, che lavora come operatore ecologico per la società che in città si occupa della raccolta dei rifiuti, la ditta Prima Vera, era in strada. Si trovava precisamente in corso Umberto I all’altezza del civico 156. Era in compagnia di altre tre persone, uno spazzino che come lui che stava ripulendo la strada e il conducente dell’automezzo che viene usato per raccogliere i rifiuti che poi finiscono in discarica. Il netturbino stava attraversando la strada per andare a rimuovere un contenitore e svuotarlo all’interno della vaschetta del furgoncino quando è stato  travolto una scooter. Centrato in pieno, con ancora i rifiuti tra le mani. La moto, un Sh Honda, guidata da un uomo di Boscotrecase proveniva da via Gino Alfani e procedeva in direzione di Torre del Greco. L’impatto è stato violento. Il netturbino è stato scaraventato a terra ed anche il centauro è caduto. Per entrambi nessuna ferita grave e solo il netturbino è stato trasportato al pronto soccorso di Castellammare di Stabia. Presso il San Leonardo è stato medicato ed è rimasto in osservazione per 24 ore, una precauzione da  parte del personale medico per monitorare i pericoli legati a una eventuale commozione cerebrale in seguito alla caduta. Il giovane centauro si è fermato e ha comunque prestato il primo soccorso ma non è escluso che per lui possano scattare i guai. Insomma un episodio che si aggiunge a quello di lunedì scorso che ha coinvolto il maestro della boxe vesuviana, Lucio Zurlo, e che è sintomatico di un’emergenza sicurezza che non può essere ignorata. Il maestro è stato investito mentre si trovava nei pressi del porto torrese. Anche in questo caso uno scooter che arrivava dalla zona sud ad alta velocità lo ha travolto scaraventandolo per diversi metri. E’ attualmente ancora ricoverato e sta reagendo bene alle cure, ha riportato infatti molte ferite ed escoriazioni e resta ancora nella struttura ospedaliera di Castellammare di Stabia sotto osservazione in attesa che le sue condizioni migliorino. Nei giorni scorsi il figlio Biagio aveva pubblicato sulla pagina Facebook ed Instagram un messaggio comunicando che le condizioni del maestro stavano migliorando e che presto sarebbe uscito anche dall’ospedale. Due episodi che rimettono però al centro dell’attenzione i controlli su strada, giovani spericolati alla guida di scooter che non rispettano, in molti casi, non sono forse queste due le circostanze, i limiti di velocità e tutte le normative del codice della strada.

CRONACA