Alberto Dortucci

Torre del Greco, l’assessore-maestra non impara la lezione: giungla davanti alla scuola

Alberto Dortucci,  
Verde pubblico, disastro-diserbamento: altro all'allarme dal comprensivo Giampietro-Romano

Torre del Greco, l’assessore-maestra non impara la lezione: giungla davanti alla scuola
La scuola Romano e l'assessore Mirabella

Torre del Greco. Era già successo a settembre dello scorso anno, quando docenti e genitori degli alunni dell’istituto comprensivo Giampietro-Romano denunciarono i rischi per la sicurezza provocati dalla «folta chioma» del salice piantato proprio all’ingresso del plesso di via Antonio De Curtis, la traversa di via Nazionale nota come ex viale Lombardia.

Dopo la sollevazione popolare, l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Giovanni Palomba – attraverso l’assessore al verde pubblico Cinzia Mirabella – corse ai ripari e fece «disboscare» l’area. Ma la «lezione» non è servita alla maestra con la passione per la politica per evitare gli stessi errori del passato. Perché, alla vigilia del suono della prima campanella del nuovo anno scolastico, la situazione – davanti al plesso della scuola media Beato Vincenzo Romano – sembra esattamente (e desolatamente) la stessa del 2021.

La «chioma» del salice, infatti, si è completamente riversata sul marciapiede – reso impraticabile a causa delle fronde – e ha invaso buona parte della carreggiata. Con risultati «drammatici» per la viabilità della zona: «L’invasione dei rami e foglie riduce la visibilità e costringe gli automobilisti a invadere la corsia opposta – denunciano i residenti di via Antonio de Curtis -. La manovra risulta pericolosissima per la sicurezza dei passanti e la situazione sicuramente peggiorerà con l’inizio delle lezioni. Abbiamo segnalato l’emergenza, ma non sono stati presi provvedimenti di sorta».

D’altronde, la gara per il diserbamento – costata un altro salasso alle casse pubbliche, nonostante il servizio sia previsto dal capitolato della Nu – è stata aggiudicata da poche settimane e gli interventi sono partiti da via Litoranea, una zona «cara» a diversi esponenti della maggioranza targata Giovanni Palomba. In fondo, la sicurezza dei bambini dell’istituto comprensivo Giampietro-Romano può attendere (almeno) un altro mese.

@riproduzione riservata

CRONACA