Allenatore smarrisce il portafoglio, bomber avversario lo restituisce

metropolisweb,  

Allenatore smarrisce il portafoglio, bomber avversario lo restituisce

Membro dello staff del Montoro perde il portafoglio nel parcheggio, l’attaccante del Gragnano lo ritrova e lo riconsegna. Si apre con un grande gesto di fair play il match valevole per la terza giornata del girone f della Prima Categoria tra Montoro e Gragnano calcio. “Ho ritrovato il portafoglio nel parcheggio dello stadio San Michele e l’ho portato immediatamente nel bar in piazza per dare una chance al proprietario di ritrovarlo.”- spiega Alessandro Tramontano, attaccante gialloblu- “Non lo avevo nemmeno aperto, dai baristi il consiglio di vedere i documenti e risalire al proprietario. Dopo aver visto le foto dei documenti ho subito capito che il proprietario era un membro dello staff del Montoro e gli ho immediatamente riconsegnato il portafoglio.” Un grande gesto sportivo e soprattutto di senso civico che ha coinvolto il giovane atleta del Gragnano e Eugenio Ardone, allenatore in seconda del Montoro. Dopo le strette di mano, il fischio di inizio che dà il via lo spettacolo al San Michele: 4 gol- 2 per parte- un calcio di rigore, 2 espulsi, ed un gol nel recupero. Un pareggio amaro per i ragazzi di mister Carmine Barba visto la superiorità numerica dall’inizio del secondo tempo e le 2 reti di vantaggio. Grande prova di compattezza del Montoro. 4 I marcatori: Santarpia e Cosenza su calcio di rigore per il Gragnano e Ianora e De Angelis per gli ospiti. “E’ stata una partita giocata a viso aperto, dopo 2 minuti abbiamo fatto un errore individuale e concesso il vantaggio al Gragnano, potevamo subire subito il secondo gol, poi ci siamo ricompattati e abbiamo iniziato a giocare”- dice mister Alfredo Ardone- “c’era sicuramente un rigore con espulsione per il portiere su fallo del nostro 10 Samba, un gol annullato ingiustamente. Il rigore per il Gragnano era netto ma non c’era espulsione. Anche sul 2-0 non ci siamo scomposti e abbiamo pareggiato la gara senza sentire l’assenza di un uomo. Ringrazio per l’accoglienza straordinaria del presidente Sabato Scala, ripagheremo senz’altro al ritorno a Montoro.”

Michele De Feo

CRONACA