Da Terzigno a Hollywood: Servino conquista gli Usa

metropolisweb,  

Da Terzigno a Hollywood: Servino conquista gli Usa

C’è un filo sottile che collega Terzigno e Hollywood: la terra del cinema internazionale. Un giovane regista vesuviano partito dal basso e che oggi conquista gli Usa grazie a due dei suoi filmati, entrambi premiato nell’ambito di una manifestazione. Eccellenze campane che ottengono successi oltre oceano, consolidando i sacrifici fatti negli anni. Jean Luc Servino torna dagli Usa con la consapevolezza di aver portato avanti un lavoro nel nome della qualità, il cinema internazionale ha una sua stella che da Terzigno ha cominciato a brillare. Al Film Festival Internazionale “Skiptown Playhouse”, nel cuore di Hollywood, Jean-Luc Servino, in nomination con ben tre dei suoi cortometraggi (Goodnight Mister Johnson, I fell in love with a Balloon e Dear Gaia), porta a casa due vittorie: rispettivamente Miglior Cortometraggio Internazionale con “I fell in love with a Balloon” e miglior performance in un cortometraggio con l’attrice Rita Miranda per “Dear Gaia”. Un doppio riconoscimento che lo consacra dopo quanto già fatto in passato e dopo i premi ricevuti negli anni scorsi anche a livello nazionale. Un successo corale quindi per la JLS Films, realtà cinematografica indipendente con sede nel cuore del vesuviano, che continua a macinare successi in giro per il mondo, solo due mesi fa era stata la volta di Barcellona con “Lettera dal professor V”. «Siamo artisti indipendenti, viviamo un po’ nell’ombra ma rappresentiamo il 95% dell’industria cinematografica, siamo il cuore pulsante del mondo del cinema», ha dichiarato Jean-Luc durante il suo apprezzato discorso di premiazione che si è concluso con una dedica speciale al padre Ferdinando Servino. La JLS Films è prossima all’inizio delle riprese di un nuovo film dal titolo “E ci ridiamo un po’ su”.

CRONACA