Castellammare. Operaio cade da un ponteggio in via Napoli, è in prognosi riservata

Tiziano Valle,  

Castellammare. Operaio cade da un ponteggio in via Napoli, è in prognosi riservata

E’ caduto da un ponteggio, mentre stava lavorando alla rifacimento della facciata di una palazzina in via Napoli ed ha battuto la testa. Un volo di circa tre metri per un operaio stabiese di 50 anni che ora è ricoverato in prognosi riservata all’Ospedale del Mare, dov’è stato trasferito in seguito ai primi soccorsi dei medici del San Leonardo di Castellammare. Le sue condizioni sono gravi, perché l’uomo ha riportato un trauma cranico e un trauma toracico, ma a quanto pare non sarebbe in pericolo di vita. Sul caso stanno indagando i carabinieri della compagnia stabiese che hanno effettuato tutti i riscontri del caso e ascoltato anche alcuni colleghi dell’operaio vittima dell’incidente sul lavoro. L’episodio s’è verificato nella tarda mattinata di ieri in via Napoli, alla periferia di Castellammare di Stabia. Secondo una prima ricostruzione, sulla scorta dei controlli effettuati dagli investigatori, l’uomo stava lavorando in un cantiere regolare e indossava un’imbracatura così come previsto dalle norme per la sicurezza. L’operaio però sarebbe inciampato o forse ha perso l’equilibrio ed è caduto giù dal ponteggio, battendo con la testa. La macchina dei soccorsi sollecitata da alcuni colleghi si è subito messa in moto. All’arrivo al pronto soccorso dell’ospedale San Leonardo, le condizioni dell’uomo non sembravano particolarmente gravi. I medici hanno riscontrato un trauma cranico e un trauma toracico. Ma nel primo pomeriggio l’operaio ha cominciato a perdere conoscenza e a lamentare forti dolori all’addome. A quel punto s’è reso necessario il trasferimento d’urgenza all’Ospedale del Mare di Napoli, dove i medici sono stati impegnati anche ad accertare se avesse versamenti interni. Nel presidio sanitario del capoluogo, l’uomo adesso è ricoverato in prognosi riservata. Le sue condizioni di salute vengono monitorate costantemente dai medici, per accertare le evoluzioni del quadro clinico.  @riproduzione riservata

CRONACA