Impresa sociale, Napoli capitale: arriva sottosegretario Bobba

metropolisweb,  

Impresa sociale, Napoli capitale: arriva sottosegretario Bobba

A pochi giorni dalla riforma del Terzo Settore Napoli diventa capitale degli studi sull’impresa sociale grazie al gemellaggio tra il Dipertimento di Scienze Politiche della Federico II, guidato dal direttore Marco Musella, e Iris Network rappresentato dal prof. Carlo Borzaga. Un appuntamento di due giorni che segna la decima edizione del colloquio scientifico che un decennio fa partì proprio dalla città partenopea. Uno stimolo continuo sul Terzo Settore rivolto al mondo scientifico e politico, come testimonia infatti la presenza sabato 11 giugno alle 11 del sottosegretario del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali Luigi Bobba, presso la sala Marrama della Fondazione Banco di Napoli.

La due giorni parte venerdì 10 giugno alle ore 9 presso il Dipartimento di Scienze Politiche della Federico II, aula Spinelli, in via Rodinò 22. Prosegue poi sabato mattina alle 9,30 presso la sala Marrama della Fondazione Banco di Napoli, via dei Tribunali 214, avamposto della filantropia sociale partenopea.

Il colloquio scientifico tra mondo universitario, bancario, imprenditoriale e politico nasce dall’esigenza di promuovere percorsi di studio e di riflessione interdisciplinari in grado di cogliere gli elementi di innovazione che caratterizzano l’attuale fase di sviluppo dell’impresa sociale in Italia. Punta a favorire il confronto fra studiosi e ricercatori attraverso la presentazione di contributi scientifici concettuali ed empirici a partire dall’evoluzione dei mercati in cui viviamo, dalla governance delle imprese fino alle politiche che ne favoriscono lo sviluppo.

Tra i presenti, oltre a Marco Musella (presidente Meridonare e Vicepresidente Fondazione Banco di Napoli), Carlo Borzaga (presidente Iris Network) e Luigi Bobba (Sottosegretario al Lavoro e Politiche Sociali), anche Daniele Marrama presidente della Fondazione Banco di Napoli, Carlo Borgomeo presidente di Fondazione per il Sud, oltre a professori e ricercatori della LUISS Guido Carli, dell’Università Cattolica di Milano, dell’Università Cà Foscari di Venezia, dell’università di Messina, dell’università di Modena e Reggio Emilia, dell’Università di Trento, della Bocconi di Milano, dell’Università della Calabria, nonché alti rappresentanti del mondo bancario, delle cooperative e dell’associazionismo.

CRONACA