Scafati. L’Antimafia vuole Aliberti in carcere e fa appello

metropolisweb,  

Scafati. L’Antimafia vuole Aliberti in carcere e fa appello

SCAFATI – E’ fissata al prossimo sei ottobre davanti al Tribunale del Riesame l’udienza per discutere l’appello presentato dal pm antimafia Vincenzo Montemurro, titolare dell’inchiesta sul voto di scambio politico-mafioso a Scafati: in quella data il collegio del Tribunale della libertà di Salerno dovrà decidere sulle richieste di custodia cautelare in carcere per il Sindaco Pasquale Aliberti, suo fratello Nello, Alfonso Loreto, il boss pentito, e i cugini Luigi e Gennaro Ridosso, ritenuti componenti dell’omonimo clan egemone a Scafati.La Dda contesta punto per punto la decisione del gip, ribadendo lo scambio camorristico con i voti in cambio degli appalti, sia per le amministrative del 2013, ricndotte dal gip al reato di “corruzione elettorale” che le regionali del 2015, quelle del tutto smentite dal giudice. 
 

+++ TUTTI I DETTAGLI SULL’EDIZIONE ODIERNA DEL QUOTIDIANO METROPOLIS IN EDICOLA +++

CRONACA