Ischia, 15 enni violentate. I whatsapp shock tra le amiche

metropolisweb,  

Ischia, 15 enni violentate. I whatsapp shock tra le amiche

«Mi è uscito il sangue… tipo come se avessi il ciclo… mi fa male la pancia». Giulia è a casa, a letto. Sono trascorse poche ore dalla notte di inferno vissuta nel silenzio e nella desolazione del molo di Forio d’Ischia. Scrive in chat – quella di WhatsApp – all’amica Serena, 15 anni come lei. E come lei vittima di abusi sessuali in quello stesso maledetto modo, dopo aver preso una birra al pub e trascorso una serata insieme. «Tu come stai?», chiede. Serena risponde con un lapidario: «Sto bene». Questi alcuni dei messaggi-choc che le vittime si sono inviate sui cellulari attraverso WhatsApp. 

+++TUTTI I DETTAGLI SUL QUOTIDIANO METROPOLIS EDIZIONE NAPOLI IN EDICOLA OGGI+++

CRONACA