Occupazione, sviluppo e territorio. A Pompei raggruppamento con 9 alleati

metropolisweb,  

Occupazione, sviluppo e territorio. A Pompei raggruppamento con 9 alleati

Occupazione sviluppo e territorio è la denominazione della coalizione politica che designa un raggruppamento ad oggi di nove liste, tra partiti e forze civiche, costituitosi in Pompei per le prossime elezioni amministrative per l’elezione del Sindaco e del consiglio comunale, varata nel contesto del messaggio lasciatoci da Nietzsche, secondo cui “ l’avvenire apparterrà a coloro i quali dimostreranno di avere la memoria più lunga”.

Le liste UDC Unione di Centro, Articolo1 Movimento Democratico e Progressista, Campania Libera, Pompei Civitas, Cittadini per Pompei, Sviluppo e Territorio, RDP Rinnovamento Democratico Pompeiano, Moderati per Pompei e Terra Nostra, , hanno l’ambizione di assicurare una moderna amministrazione che investe in cultura in quanto e esigenza importante per la qualificazione del territorio.

Un’ esigenza che i cittadini avvertono e riconoscono direttamente collegata alla qualità della vita. Un’attenta politica di “promozione culturale” diventa uno strumento di crescita individuale, di rafforzamento della coesione sociale e rappresenta un fattore di crescita civica e politica. E’ ormai indispensabile che il Comune riprenda autorevolezza nell’ambito della vita sociale e servizi, attraverso una seria di ricognizione dei bisogni, soprattutto nelle periferie. Ripartire dalle priorità che sono il lavoro, l’occupazione e lo sviluppo è l’unica strada da percorrere per far tornare a splendere la Pompei moderna e i suoi dintorni. Abbiamo il dovere di mettere in campo sinergie promozionali, operative per uno sviluppo duraturo, unitamente alla riconquista del territorio da parte dei nostri giovani, dei nostri concittadini e delle nostra famiglie. In passato, nella stragrande maggioranza dei casi, ci siamo trovati di fronte delle scelte che non sono state dettate dalle concrete necessità della città e dei suoi abitanti, ma da fattori moltiplicatori di interesse particolari, sia politici che economici. Oggi, dal sentire chiaro e univoco della gente, cogliamo una fiducia rinnovata e accresciuta nei confronti di chi intende rimboccarsi le maniche e non commettere gli stessi errori del passato. Siamo consapevoli che Pompei ha un ruolo inedito da giocare per ragioni obbiettive che sono da riporre nel suo essere luogo della cristianità e della cultura. E’ dunque, non è più tempo di fare archeologia politica inseguendo fantasmi del passato. Il modo in cui guarderemo alle cose, farà la differenza e ci aprirà o ci chiuderà possibilità. Cambiare in meglio vuol dire allontanare la “mediocrità” dalla gestione della cosa pubblica. E’ venuto il momento di ricercare e praticare il principio del bene comune per realizzare, seppur nelle differenze, uno sviluppo sinergico e integrale del territorio pompeiano.

Nei prossimi giorni sarà varato e pubblicato dalla coalizione Occupazionale Sviluppo e Territorio, un programma politico-amministrativo ancorato alle realtà esistenti, con l’indicazione del candidato a Sindaco, per dare una prospettiva di lavoro vero ai tanti giovani disoccupati e far ripartire l’economia locale, impegnando le forze intellettuali, imprenditoriali e professionali che la città esprime.

La coalizione è aperta a tutte le forze politiche e sociali che si rivedono in questo progetto e partecipativo ad ulteriori suggerimenti nell’interesse della città. Un programma da approfondire con suggerimenti e la definitiva stesura del programma elettorale e amministrativo.

CRONACA