Il Consiglio Regionale approva il collegato alla legge di stabilità. Ecco i punti salienti, dalla salute alla cultura

metropolisweb,  

Il Consiglio Regionale approva il collegato alla legge di stabilità. Ecco i punti salienti, dalla salute alla cultura

 Il Consiglio Regionale della Campania, presieduto da Rosa D’Amelio,   ha approvato la questione di fiducia posta, ai sensi dell’art. 49 dello Statuto regionale, dal Presidente della Giunta regionale Vincenzo De Luca sul disegno di legge “Misure per l’efficientamento dell’azione amministrativa e l’attuazione degli obiettivi fissati dal DEFR 2017. Collegato alla stabilità regionale per il 2017”. Il testo di legge è stato approvato con 32 voti favorevoli e 14 contrari, su 46 votanti.

 

Questi, in sintesi, i punti salienti del Collegato alla Legge di stabilità regionale per il 2017:

TUTELA DELLA SALUTE

Vengono introdotte misure per migliorare i servizi ispettivi nel settore sanitario. E’ inutile rimarcare l’importanza di recuperare efficienza in questa attività di controllo. Molti più poteri al Presidente della Giunta, alla Giunta e all’Autorità politica per l’accesso ad atti ed informazioni pertinenti, accesso ai locali, sopralluoghi, con riscontro in termini certi dei provvedimenti adottati e delle misure prescritte, nonché definizione puntuale delle sanzioni per comportamenti omissivi, con ricadute sulla valutazione dei Direttori Generali.  

Vengono definiti più adeguati criteri per l’accreditamento provvisorio delle strutture sanitarie e per distribuire più equamente sul   territorio   le prestazioni sanitarie, in particolare in favore delle strutture sanitarie del casertano;

Laboratori: misure per consentire un più flessibile e diluito adeguamento alle misure di accorpamento derivanti dal piano di rientro sanitario circa i termini per gli adempimenti intermedi.

Viene istituita una ricognizione di tutto il personale precario della sanità allo scopo di valutarne le condizioni di stabilizzazione, compatibilmente con la normativa vigente e il piano di rientro sanitario;

 

RAZIONALIZZAZIONE DELLA SPESA E TRASPARENZA

Viene sancito un obbligo di trasparenza volto alla pubblicazione annuale dei dati di chi percepisce un assegno vitalizio.

Sono stabilite misure per l’attuazione di un budget collegato al piano strategico di comunicazione istituzionale secondo gli standard previsti e l’obbligo del cronoprogramma per le delibere programmatiche   e che stabiliscono contributi

MISURE TRIBUTARIE

Misure di rafforzamento patrimoniale di asset di partecipazione in vista di fusioni e accorpamenti, nonché di rafforzamento, incremento e velocizzazione della riscossione dei tributi regionali.

PROGRAMMAZIONE LLPP

Vengono stabilite per il sostegno dello sviluppo sostenibile e degli acquisti pubblici verdi norme apposite nell’ambito delle attività di concessione, appalti pubblici e procedure d’appalto di enti erogatori nei settori dell’acqua, dell’energia, dei trasporti e dei servizi postali, lavori, servizi e forniture.   

TUTELA DELLE ACQUE E BLOCCO TRIVELLAZIONI

E’ varata una norma di tutela dei bacini idrografici dell’appennino meridionale nelle aree di affioramento delle rocce carbonatiche così come perimetrate nella cartografia idrogeologica del Piano di Gestione delle Acque che comporta il divieto in tali aree di disposizione, prospezione, ricerca ed estrazione e stoccaggio di idrocarburi liquidi e gassosi. Norma di tutela in tutto l’appennino campano e di particolare effetto nel Vallo di Diano, a salvaguardia anche del bacino del Sele e del Tanagro.

ECONOMIA, BONIFICA MONTANA E PRODUZIONI AGRICOLE TIPICHE

Sono disposte norme di agevolazione per la coltivazione del castagno da frutto, e per la tutela della coltivazione del limone IGP di Sorrento e delle alberate aversane.  

MISURE PER IL TRASPORTO PUBBLICO LOCALE   

Sono disposte misure per contenere l’evasione tariffaria e migliorare l’efficienza dei trasporti sia su ferro che su gomma.

 

ADISURC

Vengono definitivamente unificate le ADISU, per efficientare, riorganizzare e semplificare le azioni rivolte al sostegno del diritto allo studio.

SICUREZZA E LEGALITA’

Viene istituito il rating di legalità per le aziende della Regione Campania, incentivando tutte le imprese che operano nel rispetto del principio di legalità, favorendo comportamenti di correttezza trasparenza ed eticità. Tale assunto viene disposto anche per le società partecipate della regione. Viene istituito allo scopo un Fondo di 500.000,00 euro per 3 anni allo scopo di prevenire e contrastare la criminalità organizzata.

ATTIVITA PRODUTTIVE

E’ istituito l’osservatorio per le attività produttive per lo studio il monitoraggio e la ricerca di strategie di sviluppo regionale e analisi economiche.

Viene stanziato un Fondo per favorire le nuove attività produttive che si insediano in Campania destinato agli sgravi IRAP fino al 100% del valore dovuto;

CENTRI ANTIVIOLENZA

E’ istituito   un  registro  dei centri antiviolenza e accoglienza.

INTERVENTI PER LA VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO REGIONALE

Nei terreni e negli immobili di proprietà regionale individuati dalla Giunta per favorire l’agricoltura sociale e l’imprenditorialità giovanile.

INTERVENTO PER INDIVIDUARE IMMOBILI DESTINATI AD ATTIVITA’ ARTIGIANE

CULTURA

Istituito il Fondo per lo studio e la conoscenza della storia, economia e idee sociali del Mezzogiorno per valorizzare la cultura meridionalistica;

Rifinanziato il Fondo “Massimo Vignelli” per valorizzare il talento dei giovani campani nei settori del design artistico e industriale (Premio Vignelli)  

Finanziamento di ulteriori 2.000.000.00 della legge n. 6 del 2007 (spettacolo);

Sostegno del piano di risanamento del Teatro San Carlo (+ 2.000.000,00)

 

 

CRONACA