Lega Pro, i verdetti del girone C a 90′ dalla fine

metropolisweb,  

Lega Pro, i verdetti del girone C a 90′ dalla fine

Il Foggia festeggia allo ‘Zaccheria’ la promozione in B battendo di misura (Martinelli) il Melfi penultimo, che pero’ puo’ sorridere perche’ il Taranto perde la sesta gara di fila davanti ai propri tifosi (1-2 per la Vibonese) e saluta i professionisti scivolando in D. I federiciani si giocheranno tutto ai play out. La Vibonese sale a 38 punti dando un po’ di sale all’ultima gara di regular season del girone, almeno in coda, visto che in testa e’ tutto piu’ o meno deciso. A quota 38 anche l’Akragas, travolto in casa 3-1 dalla Juve Stabia che consolida cosi’ il quarto posto, e il Catanzaro, che ringrazia il terzino Zanini autore della doppietta che stende la Casertana. Ultima giornata al cardiopalma: sfida da dentro o fuori tra Monopoli e Akragas, la Vibonese ospita il Messina gia’ salvo, Catanzaro a Fondi. Se la Casertana e’ ancora in corsa per i play off deve ringraziare proprio il Fondi, che perde 3-1 in trasferta con la Virtus Francavilla (doppietta di Nzola). Salve con un turno di anticipo, invece, Messina e Reggina. Dopo la prestigiosa vittoria al ‘Via del Mare’ di Lecce i peloritani superano 2-1 il Cosenza e salgono a quota 45, ormai irragiungibili per le squadre impelagate con i play out (anche se bisogna aspettare le possibili penalizzazioni per la questione stipendi). 

Stesso discorso per gli amaranto di Zeman che ad Andria strappano il punto che serviva dopo un finale di partita da montagne russe: al 90′ padroni di casa in vantaggio con il rigore di Berardino, al 93′ pari (e festa) ospite sempre dal dischetto con Kosnic: e’ salvezza matematica. Il pari complica proprio i piani dell’Andria (46) nella corsa al decimo posto, perche’ se da un lato permette alla Fidelis di agguantare il Fondi, dall’altro consente al Catania di tornare prepotentemente in corsa dopo il convincente trionfo per 3-1 nel derby col Siracusa. Nei piani alti, pari per il Matera (1-1 casalingo col Monopoli) e per il Lecce, sulla cui panchina debuttava Rizzo dopo l’esonero di Padalino. In dieci uomini i giallorossi rimediano un pari sul campo della Paganese, andata in vantaggio con Firenze, grazie a Doumbia: il miglior viatico in vista dei play off con un secondo posto gia’ sicuro. 

CRONACA