Segreteria Pd, il Governatore punta su Cacciola. E sulle alleanze incassa il no di Orlando

metropolisweb,  

Segreteria Pd, il Governatore punta su Cacciola. E sulle alleanze incassa il no di Orlando

Corteggia Orlando e incassa un ‘no’. Continua senza sosta la scalata di Vincenzo De Luca al partito per prendersi la segreteria provinciale.  Il Governatore lavora alle alleanze e spunta anche il nome del possibile candidato. Si tratterebbe di Ciro Cacciola, direttore del Mav (Museo archeologico virtuale) di Ercolano, ex Ds e consigliere provinciale. Ieri l’incontro del Governatore con il ministro della Giustizia, Andrea Orlando a Palazzo Santa Lucia. Dopo un confronto sulle misure messe in campo da Regione e Governo per gli incendi sul Vesuvio, è iniziato il corteggiamento in vista del Congresso, previsto a metà ottobre. Inutile il tentativo di portare l’area che fa riferimento a Orlando dalla sua parte, il ministro è stato categorico: i suoi non faranno alleanze e presenteranno un loro candidato. Un buco nell’acqua per De Luca che è riuscito a stringere patti con l’area che fa riferimento al presidente Pd, Matteo Orfini e al ministro delle Politiche Agricole, Maurizio Martina conquistando tra i dirigenti locali il consigliere regionale Antonio Marciano, il deputato Pd Leonardo Impegno e l’europarlamentare Andrea Cozzolino. “Sono con noi in questo percorso” conferma anche Nicola Oddati, braccio destro del Governatore in questa partita.  Intercettare il mondo degli ex Ds – e non soltanto – per scrivere quella che sembra una storia già vista: un presidente della Regione con il comando assoluto del partito.  A tessere la trama anche il numero due della Regione Campania, Fulvio Bonavitacola che in questi giorni sta incontrando diverse forze per un lavoro di “rafforzamento politico”. Fitta l’agenda fa saper Oddati “Molte le forze politiche e territoriali, a partire dai segretari di circolo, che si stanno avvicinando dopo l’evento di Fuorigrotta”. Nel quartiere si è tenuta la prima tappa del “Viaggio nella città”, tour promosso dal Governatore per la presa del partito a Napoli. Dopo la ‘pausa estiva’, il prossimo incontro si terrà al Vomero il 13 settembre, ancora incerto se al cinema Plaza o all’American Hall. Di sicuro, come al teatro Piccolo di Fuorigrotta, il Governatore garantirà il suo consueto show, tra battute e invettive. E a settembre la sfida ai capibastone democrat sarà condotta anche on line con un sito apposito e sui social: si darà il via, insomma, a un piano di comunicazione mirato in vista del Congresso e delle prossime scadenze politiche. Al segretario provinciale ‘scaduto’, Venanzio Carpentieri – che in questi giorni sta lavorando per costituire un gruppo  che lo affiancherà nell’organizzazione del Congresso – De Luca potrebbe proporre Cacciola, che insieme a Oddati, sta collaborando per l’ascesa di De Luca al Pd napoletano.

CRONACA