Di Nardo: “Il passaggio in in Forza Italia? Nessun tradimento, torno a casa”

metropolisweb,  

Di Nardo: “Il passaggio in in Forza Italia? Nessun tradimento, torno a casa”

Non tradisco ne’ ho mai tradito. Ho sostenuto Idv che ora non esiste piu’ e quando Di Pietro ha sconfessato quanto fatto, mi sono sentito di tornare alla casa madre”. Lo ha detto Nello Di Nardo, nel giorno della ufficializzazione del suo ingresso in Forza Italia. Politico di lungo corso, Di Nardo ha militato tra le fila di Idv, partito che “non esiste piu'”. E quando il partito di Di Pietro ha smesso di esistere “molti sono andati con Angelino Alfano”. “Ma io – ha sottolineato – non esco dalla sala di rianimazione per entrare in quella mortuaria”. “Torno nella mia casa madre – ha affermato -Sono entrato in punta di piedi, non voglio dare fastidio a nessuno, lavorero’ come ho sempre fatto. Ho sempre inteso la politica come servizio”. E se di tradimento si deve parlare, Di Nardo spiega “di aver tradito solo se stesso”. “Il centrosinistra – ha evidenziato – mi ha mandato in trincea contro il nemico e intanto mi sparava contro”. Di Nardo non risparmia attacchi a Vincenzo De Luca, presidente della Regione Campania. “In due anni non ho mai sentito De Luca – ha aggiunto – alle riunioni importanti non c’ero, c’erano solo i ‘deluchiani'”. “Ho cercato di parlare con lui, gli ho scritto non mi ha risposto – ha proseguito – Insomma non ero ben accetto”. “Non ce l’ho con De Luca, ma con la coalizione che ha portato quel presidente – ha precisato – ho portato 33mila voti a Moxedano che fa il consigliere regionale perche’ io l’ho fatto eleggere”. “Io nasco nella Dc, ero amico di Cossiga e insieme con Mastella entrai con il centrodestra alla Camera e sono rimasto, per seguire Mastella – ha concluso – Poi lui mi ha buttato fuori dicendomi che doveva fare un altro percorso”. 

CRONACA