Gragnano. Racket e minacce ai familiari. Condannato il fratello del boss

Elena Pontoriero,  

Gragnano. Racket e minacce ai familiari. Condannato il fratello del boss

Era finito in carcere 8 mesi fa per estorsioni aggravate, minacce e maltrattamenti in famiglia, ieri la condanna per Sebastiano Chierchia, 53enne, fratello del boss ucciso Gennaro. Eppure per poche ore Chierchia, quelle della durata dell’ultima udienza del processo a suo carico, aveva immaginato la piena libertà. Perché per il 53enne era stata chiesta l’assoluzione «per non essere stata raggiunta la prova di colpevolezza», secondo il teorema del pm Magariello. Ma non è bastato per convincere i magistrati che hanno, invece, sentenziato una pena di 3 anni e 6 mesi di reclusione ai domiciliari per Sebastiano Chierchia.

Leggi l’articolo completo su Metropolis in edicola o vai alla versione digitale

http://metropolis.ita.newsmemory.com/ 

CRONACA