Voto di scambio a Torre del Greco, spuntano altri nomi dalle intercettazioni

Alberto Dortucci,  
Alberto Dortucci,  

Voto di scambio a Torre del Greco, spuntano altri nomi dalle intercettazioni

Voto di scambio a Torre del Greco: sì agli abbreviati, prime condanne entro l'estate
Ombre sul voto a Torre del Greco: le denunce dei Formisano boys e i flash mob solitari del M5S

Torre del Greco. Non si fermano le indagini della procura di Torre Annunziata sullo scandalo del voto di scambio alle amministrative del 2018 a Torre del Greco. A dieci giorni dal giudizio immediato fissato per i quattro ex netturbini pronti a confermare di avere contribuito al «successo elettorale» di Stefano Abilitato – l’ex consigliere comunale finito dietro le sbarre del carcere di Poggioreale insieme all’ex assessore Simone Onofrio Magliacano – emergono i dettagli sulle ulteriori attività investigative portate avanti dal pool coordinato dal procuratore aggiunto Pierpaolo Filippelli. Una volta «blindato» il primo filone delle indagini – l’inchiesta ha resistito alla valanga di ricorsi al Riesame di Napoli – i riflettori dell’ex pubblico ministero della direzione distrettuale antimafia di Napoli si sono accesi sul periodo successivo alla vittoria alle urne della carovana del buongoverno guidata da Giovanni Palomba.

+++ leggi l’articolo completo OGGI in edicola su Metropolis Quotidiano +++

CRONACA