Calcio: Ancelotti, se non fossi preoccupato sarei superficiale

Redazione,  

Calcio: Ancelotti, se non fossi preoccupato sarei superficiale

NAPOLI  – “Se non fossi preoccupato perla classifica sarei superficiale, mi preoccupa ma mantengo la calma, la mente fredda, credo che serva valutare bene la situazione per cambiarla. La squadra ha fatto vedere determinate cose e mi sorprende di più quando non le mostra. Per fortuna domani c’è la Champions che l’abbiamo gestita bene e speriamo di continuare così”. Lo ha detto il tecnico del Napoli Carlo Ancelotti commentando il momento difficile del Napoli alla vigilia della sfida di Champions League contro il Salisburgo. Ai cronisti che gli chiedevano di un Napoli fragile mentalmente, Ancelotti ha risposto: “Non sono uno psicologo, cerco di farlo, ma valutare la fragilità mentale mi viene difficile, io devo valutare quella tecnica e tattica che alcune volte è venuta fuori.

Domani abbiamo una gara importante che ci deve permettere di passare il girone di Champions, è un obiettivo per tutti noi e sappiamo quanto è difficile. Siamo concentrati su quello, sul cercare di fare una gara di alto livello. La partita di Roma è stata fallita, sulle altre due tutte le squadre di Champions hanno avuto difficoltà. A Ferrara è stata una buona partita, non corroborata dal risultato e non sempre la fortuna è stata dalla nostra parte con tanti pali. Abbiamo pagato a caro prezzo quella col Cagliari e l’Atalanta, domani è una storia diversa in una competizione diversa. Abbiamo un’opportunità importante, è da tanto tempo che siamo fuori dagli ottavi. La squadra è consapevole degli errori fatti, mi aspetto un miglioramento”

CRONACA