Angri, stretta anti virus: spesa in ordine alfabetico

Mario Memoli,  

Angri, stretta anti virus: spesa in ordine alfabetico

Al termine della giornata di ieri, sulla base dei dati trasmessi all’Unità di Crisi, che analizza tutte le criticità in tutte le aree della Campania, sarà verificato se è necessario estendere la quarantena ad altri Comuni del Salernitano. Tutto perchè è emerso un altro focolaio nella zona dell’Agro nocerino nei territori dei Comuni di Pagani, Sant’Egidio Montalbino, Angri. In questi tre centri si sono registrati oltre 25 casi positivi al Covid 19. Ad Angri, per evitare assembramenti di persone, il sindaco Cosimo Ferraioli ha stabilito che le persone possono uscire da casa facendo la spesa in ordine alfabetico invitando i concittadinie i supermercati a rispettare le misure di contrasto al coronavirus. “Nella zona a sud di Salerno, nell’area dei quattro Comuni in quarantena, entrerà in azione una task force a supporto delle forze dell’ordine con l’obiettivo di controllare ulteriormente il focolaio che è stato registrato. Al termine della giornata, sulla base dei dati trasmessi all’Unità di Crisi, che analizza tutte le criticità in tutte le aree della Campania, sarà verificato se è necessario estendere la quarantena ad altri Comuni”. Così in una nota dell’Unità di crisi della Regione, in cui si sottolinea: “Dall’analisi del quadro generale si segnala oltre alle criticità già definite, è emerso un altro focolaio nella zona dell’Agro nocerino nei territori dei Comuni di Pagani, S. Egidio Montalbino, Angri. Si invitano tutti i cittadini ad essere rigorosi nell’osservazione delle ordinanze per evitare la quarantena e il blocco totale degli stessi Comuni”, ha detto il governatore De Luca. Intanto l’Esercito, dopo l’arrivo nel Vallo di Diano dove 4 comuni sono in quarantena, presidierà anche le strade dei comuni dell’Agro nocerino in cui si è registrato il focolaio dell’epidemia. A Nocera Inferiore sono stati denunciati due parroci e sei fedeli: i poliziotti sono arrivati in Chiesa ed hanno provveduto a sospendere la Santa Messa ritenuta non a norma con il contrasto delle misure per arginare il coronavirus. Il sindaco di Nocera Inferiore, Manlio Torquato ha bacchettato sacerdoti e fedeli. “Capisco che c’è libertà di culto, ma non di irresponsabilità”.

CRONACA