Andrea Ripa

Elezioni a Terzigno. Il minestrone dei partiti mascherato dalle civiche a sostegno di Ranieri

Andrea Ripa,  

Elezioni a Terzigno. Il minestrone dei partiti mascherato dalle civiche a sostegno di Ranieri

Un minestrone di partiti, tutto concentrato all’interno di una coalizione. Altrove lo avrebbero chiamato esperimento, come l’ibrido nato a Pomigliano sulla scorta degli accordi di governo, tra le forze rivali al gruppo di Francesco Ranieri la coalizione nata due giorni fa è stata già definita «un accozzaglia di partiti mascherati da liste civiche». C’è un po’ di tutto in quelle quattro liste civiche che supporteranno l’ascesa al municipio del primo cittadino uscente, il “democristianissimo” Francesco Ranieri, che resta l’uomo da battere in vista delle amministrative di settembre. Dalla lista «espressione del Partito Democratico», che non ha il simbolo dem, di Gaetano Miranda (Terzigno Democratica), ai leghisti e renziani insieme nella stessa lista: Il tralcio. Fino ai meloniani, più o meno recenti, come Antonio Mosca, ex assessore uscente, o come Pasquale Ciaravola che del gruppo di Fratelli d’Italia è accanito sostenitore avendo “sponsorizzato” alle Europee di un anno fa. Segnale che il primo cittadino, che punta al bis dopo i cinque anni di mandato, vuole attingere voti da ogni corrente politica. Renziani e leghisti nella stessa listaLa presenza di Angelo Bianco, vicino a Italia Viva, nella lista “Il Tralcio” certifica la presenza dei renziani. Più giù scorrendo quello stesso elenco si notano anche i nomi di Vincenzo Panariello e Maddalena Nappo, leghisti di Terzigno della prima e dell’ultima ora che prima del lockdown erano pronti a tentare la scalata al Comune e che oggi sembrano convinti di aver sposato la giusta causa. Insieme a loro c’è anche il nome di Alberto Romano, un altro «salviniano convinto» che dalla parte di Ranieri – a dire il vero – ci era già passato tempo fa.Ma la “contaminazione” dei partiti mascherata dai simboli delle civiche non è finita qui, basti pensare alla lista “Francesco Ranieri Mivar”, il gruppo forte da presentare alle urne in vista delle prossime amministrative. Nella lista che dovrà trainare il primo cittadino al successo ci sono esponenti di Fratelli d’Italia, che abbiamo già citato, fianco a fianco alla «piddina convinta» (aveva sottoscritto la tessera tempo fa) Genny Falciano, già assessore all’ambiente della giunta Ranieri. Nello stesso gruppo anche Tina Ambrosio, un tempo con Forza Italia e oggi più orientata verso il partito di Giorgia Meloni, e l’ex sindaco Giuseppe Annunziata, che insieme alla preside Rosanna Rosa, forma la schiera dei renziani di Terzigno. Nel gruppo di Terzigno nel Cuore c’è un altro «convinto dem», come il vicesindaco Massimo Annunziata, sostenitore di Mario Casillo, di cui è stato anche collega di studi. Infine Terzigno Democratica, la lista che raccoglie tutti i giovani – più o meno vicini alla galassia Pd -. Nell’elenco figura infatti il segretario cittadino Gaetano Miranda che mesi fa criticava proprio l’operato di questa amministrazione e il giornalista-reporter Francesco Servino.

CRONACA