Salvatore Dare

Scuola, un altro rinvio a Piano di Sorrento. Si riparte il 30

Salvatore Dare,  

Scuola, un altro rinvio a Piano di Sorrento. Si riparte il 30

Piano di Sorrento. Un nuovo slittamento. Un’altra ordinanza.

Una necessità, a detta dell’amministrazione comunale, nel nome della sicurezza. A Piano di Sorrento gli istituti scolastici riapriranno il prossimo 30 settembre.Lo ha stabilito con una propria ordinanza il sindaco Vincenzo Iaccarino. Negli altri sei comuni della penisola sorrentina – Sorrento, Sant’Agnello, Massa Lubrense, Meta e Vico Equense – le lezioni riprenderanno il giorno 28, come già sancito a seguito di un summit tra i sindaci appena la scorsa settimana.Stando a ciò che viene chiarito dallo stesso Iaccarino, la scelta di adottare un ulteriore rinvio – stavolta di due giorni rispetto al calendario delle altre città della penisola sorrentina – si lega al fatto che il 29 settembre è festa patronale. Piano di Sorrento festeggerà San Michele Arcangelo e, come prassi e come già avviene di solito, gli istituti scolastici restano off limits. Stavolta dunque per gli alunni si è dinanzi a un’ulteriore chiusura “prolungata”, visto che rispetto alle altre località italiane in Campania, ed in penisola sorrentina, si è in ritardo sulle aperture.Già due settimane fa, proprio dalla penisola sorrentina – prima che il caso esplodesse con eco nazionale finendo anche sulla scrivania del governo Conte – alcune amministrazioni comunali chiesero un rinvio ufficiale.Fu in particolare il sindaco di Meta, Tito, pure nelle vesti di consigliere della Città metropolitana di Napoli delegato al Piano strategico, a invocare un posticipo generale. Tanto che firmò un’ordinanza con cui rinviò la riapertura delle scuole al giorno 24. Poi chiese un intervento diretto al governatore campano Vincenzo De Luca. Fino all’incontro avvenuto nei giorni scorsi con gli altri colleghi della penisola sorrentina.Accordo fatto tra sindaci e ulteriori posticipo. Sospiro di sollievo in particolare a Sorrento e Massa Lubrense dove le due amministrazioni comunali uscenti, attraverso i propri sindaci, hanno sempre spinto sulla necessità di avere un atteggiamento molto prudente in relazione del fatto che in città nel corso di questi giorni sono in corso le operazioni di voto delle elezioni Comunali oltre che Regionali e referendum. Dunque un ulteriore “aggravio” di rischi e prescrizioni.Senza dimenticare che esiste anche la possibilità che a Sorrento si possa tenere il ballottaggio che potrebbe ulteriormente incidere sui tempi.A ciò ha fatto seguito la valutazione di una nuova circostanza, per Piano di Sorrento. Iaccarino si è confrontato con la sua maggioranza e con i dirigenti scolastici ed alla fine ha deciso di predisporre l’ulteriore rinvio sulla tabella di marcia.Alunni di Piano di Sorrento quindi a scuola il prossimo 30 settembre, nel pieno rispetto delle normative anti Covid 19 visto che in tutti i plessi si sono dovuti attuare interventi necessari per provvedere al distanziamento sociale.