Andrea Ripa

In vendita il Palazzo di Cristallo di Poggiomarino, cedono un pezzo di storia della città

Andrea Ripa,  

In vendita il Palazzo di Cristallo di Poggiomarino, cedono un pezzo di storia della città

Per oltre mezzo secolo ha ospitato migliaia di ragazzini. Una scuola media dove si sono formati, culturalmente e umanamente, generazioni di bambini di Poggiomarino. Un pezzo di storia, un punto di riferimento per tanti giovani del territorio. Una struttura di proprietà privata per la quale il Comune ha versato un canone per l’affitto nell’attesa della costruzione e dell’inaugurazione della nuova scola, avvenuta nel gennaio del 2020 – dopo anni di attesa e ritardi -. Ma da qualche tempo a questa parte il Palazzo di Cristallo – o meglio il Palazzo Nunziata – di Poggiomarino è in vendita, i proprietari, una nota famiglia proprio di Poggiomarino, hanno pubblicato un avviso per la cessione della struttura, oggi in vendita a circa 1,7 milioni di euro. L’ennesima svolta per un edificio che è stato al centro di decine di progetti per il riutilizzo, che non si sono mai concretizzati. Ma più di tutti il Palazzo di Cristallo di Poggiomarino ha ospitato per anni gli studenti della scuola media Eduardo De Filippo. Studenti che da gennaio 2019 – dopo un’attesa durata oltre dieci anni – hanno potuto finalmente seguire le lezioni nell’istituto di via Enzo Giuliano, inaugurato dall’ex sindaco Annunziata. Il passaggio alla nuova scuola ha consentito al Comune di non versare più migliaia di euro per pagare l’affitto del Palazzo di Cristallo, come era capitato per oltre mezzo secolo. Con una scuola pubblica nuova, la vecchia struttura privata – dove le lezioni erano state sospese a dicembre del 2018 a causa di crolli verificatisi in alcune aule a seguito di un violento temporale sulla città – è rimasta chiusa al pubblico per lungo tempo. Il vecchio sindaco di Poggiomarino, il filosofo Leo Annunziata, aveva anche ipotizzato di trasferire lì la sede dell’archivio Flamigni con gli scritti di Aldo Moro: un progetto che non s’è mai concretizzato ed è naufragato prima ancora di partire. Altri avevano ipotizzato che quell’edificio potesse diventare un museo. In questi giorni, dopo un lungo periodo di silenzio, la struttura è stata messa in vendita dai proprietari.