Torre del Greco, incubo incidenti fuori le scuole: ipotesi senso unico in via Curtoli

Redazione,  

Torre del Greco, incubo incidenti fuori le scuole: ipotesi senso unico in via Curtoli
Annalaura Guarino

Torre del Greco. Ipotesi senso unico valle-monte in via Curtoli per garantire maggiore sicurezza agli alunni delle scuole Giovanni Paolo II e don Milani. è la soluzione decisa al termine della riunione della quarta commissione consiliare convocata dal presidente Annalaura Guarino per limitare i disagi e i pericoli all’esterno dei due plessi di Torre Nord.

La «figlia d’arte» di palazzo Baronale ha riunito intorno a un tavolo il comandante dei vigili urbani Salvatore Visone e l’assessore alla polizia municipale Raffaele Arvonio per provare a risolvere la grana-traffico lungo la via di collegamento al casello autostradale di via Scappi-Sant’Elena: un’arteria – già in passato teatro di tragici incidenti mortali – ogni giorno percorsa da migliaia di auto e particolarmente «congestionata» agli orari di ingresso e uscita degli alunni della scuola Giovanni Paolo II. Con inevitabili rischi per la salute dei bambini.

Viste le difficoltà nell’assicurare una costante presenza di vigili urbani per disciplinare il traffico – complice la cronica carenza d’organico utilizzata per «scampare» qualsiasi servizio extra, se non a pagamento – si è deciso di provare, in via sperimentale, a ripristinare la viabilità adottata ai tempi di Ciro Borriello. Ovvero, l’istituzione del senso unico di marcia in via Curtoli in direzione valle-monte.

Un’idea per «allargare» lo spazio di carreggiata destinata agli alunni – la strada è praticamente priva di marciapiedi – e limitare così i pericoli per i pedoni. «Il comandante e l’assessore hanno garantito la partenza del senso unico in via sperimentale in tempi brevi – sottolinea Annalaura Guarino -. La sicurezza dei nostri alunni rappresenta una priorità dell’amministrazione comunale: siamo partiti da via Curtoli, ma esaminare tutte le situazioni critiche e individuare le soluzioni ai vari problemi».

@riproduzione riservata