Vico Equense. Esposto del Pd al Prefetto: «Cinque lasci, è incompatibile»

Salvatore Dare,  

Vico Equense. Esposto del Pd al Prefetto: «Cinque lasci, è incompatibile»

«E’ incompatibile». Il Partito democratico di Vico Equense va all’attacco. Punge a distanza l’amministrazione comunale e firma l’ennesima denuncia. E’ quella che riguarda l’ex sindaco Gennaro Cinque, eletto consigliere regionale alle elezioni dello scorso settembre ma che tuttora ricopre ancora l’incarico di assessore a Vico Equense. Il direttivo democrat “Carlo Fermariello”, guidato dal segretario cittadino Tommaso de’ Gennaro, solleva la questione e informa direttamente il prefetto di Napoli, Marco Valentini, suggerendo un intervento tempestivo. Al momento, come rileva il Pd, Cinque non ha ancora lasciato la poltrona in giunta municipale. «Dal 26 ottobre scorso, giorno in cui si è insediato il nuovo consiglio regionale, si è creato una incresciosa situazione di incompatibilità per l’assessore Cinque, neo eletto in consiglio regionale» è il messaggio democrat.

I dem citano ovviamente le prescrizioni dettate dal Testo unico degli enti locali – che prevedono l’impossibilità di poter contemporaneamente sedere in consiglio regionale e in una giunta comunale – e accusano il primo cittadino di Vico Equense, Andrea Buonocore, di essere totalmente inerte alla vicenda. «Il Partito Democratico di Vico Equense ha protocollato una diffida al sindaco (e per conoscenza al Prefetto) invitandolo a risolvere immediatamente questa incompatibilità» fanno sapere i vertici dem locali. Sul punto è possibile che anche la minoranza consiliare possa sostenere questa “battaglia” portata avanti dal Partito democratico di Vico Equense. Sia chiaro: è innegabile che a breve Cinque possa lasciare anche per non incappare in procedimenti amministrativi della Prefettura di Napoli. Ciò che è evidente è che Buonocore, stando a ciò che ha dichiarato nelle ultime settimane, non intende sostituire il suo grande alleato. Si occuperà delle deleghe cruciali sinora coordinate da Cinque – a partire da lavori pubblici e ambiente – senza spalancare le porte a un assessore esterno, tecnico. Anche perché la consiliatura è giunta quasi al termine visto che tra qualche mese a Vico Equense si dovrà tornare alle urne per rinnovare il consiglio comunale. Un appuntamento fondamentale, soprattutto adesso, in questo momento di grave crisi economica e di sofferenza per la pandemia. Alcuni, prima della candidatura e della successiva elezione al consiglio regionale, sostenevano che Cinque avesse l’idea di ripresentarsi agli elettori di Vico Equense per le Comunali. Ipotesi smentita dai fatti, per ora, visto che Buonocore ha tutte le possibilità di allestire una coalizione coesa e determinata per cercare di ottenere per la seconda volta consecutiva la fascia tricolore. Da capire cosa farà proprio il Pd di Vico.

CRONACA