Scuole, 300mila euro dal governo al Comune di Massa Lubrense

Salvatore Dare,  

Scuole, 300mila euro dal governo al Comune di Massa Lubrense

Svolta per gli istituti scolastici di Massa Lubrense. Semaforo verde per le risorse economiche destinate alla messa in sicurezza degli immobili. Arrivano 300 mila euro per la progettazione di interventi agli edifici scolastici Pulcarelli e don Milani. Lo ha annunciato nelle ultime ore l’amministrazione di largo Vescovado.

Dalla partecipazione ad un bando del Ministero dell’Interno ecco le risorse per una svolta definitiva. Sotto la luce dei riflettori gli interventi per la messa in sicurezza e riqualificazione dei due edifici scolastici principali del Comune di Massa Lubrense. «I fondi del governo centrale erogati attraverso la partecipazione ad un bando del ministero dell’Interno ci danno la possibilità di elaborare dei progetti esecutivi di riqualificazione delle due strutture – spiega il primo cittadino di Massa Lubrense, Lorenzo Balducelli – Si tratta di un grosso aiuto per il Comune. Questo tipo di progettazioni, che sono molto dettagliate dal punto di vista tecnico, sono particolarmente onerose per le casse comunali. I progetti esecutivi ci danno la possibilità di intercettare finanziamenti regionali, statali ed europei e sono particolarmente importanti in questo momento storico perché ci daranno la possibilità di accedere ai fondi del Revovery fund dell’Unione Europea».

Sempre sul fronte dell’edilizia scolastica sono stati ultimati i lavori per l’impermeabilizzazione della palestra coperta dell’edificio scolastico Pulcarelli. «Si tratta di un intervento radicale che ha interessato l’intera copertura della palestra,  che è stato progettato e realizzato dal settore manutenzione del Comune diretto dall’ingegnere Monica Coppola – dichiara sempre il sindaco Balducelli – Dopo una serie di interventi tampone che si sono susseguiti negli anni abbiamo sistemato in modo definitivo la copertura dello spazio coperto utilizzato dalle  società sportive del territorio. Anche in questo caso abbiamo utilizzato un finanziamento del governo per la messa in sicurezza delle scuole senza gravare sul bilancio comunale».

CRONACA