Furti e droga, scattano 5 arresti in penisola sorrentina

Salvatore Dare,  

Furti e droga, scattano 5 arresti in penisola sorrentina

Furti e spaccio di droga: in penisola sorrentina, nel giro di 24 ore, scattano ben cinque arresti. E’ il frutto dell’operazione sicurezza portata avanti dai carabinieri della compagnia di Sorrento che, nell’ambito dei controlli anti Covid disposti dal comando provinciale di Napoli, hanno impresso un giro di vite sul territorio. Diretti dal capitano Ivan Iannucci, i militari hanno cinturato con decine di posti di controllo il centro di Sorrento, riscontrando una folta presenza di persone nonostante le avverse condizioni meteo. I primi tre arresti sono stati messi a segno per un furto avvenuto all’interno di un supermercato. Tutto è accaduto in un giro di pochi istanti. A mettere in allerta i gestori del market il sensore situato all’uscita dell’esercizio che ha cominciato a suonare al passaggio di tre clienti con gli zaini visibilmente carichi. Una pattuglia della stazione dei carabinieri di Sorrento è intervenuta immediatamente bloccando i sospetti e rinvenendo negli zaini all’interno dei quali c’erano oltre 500 euro di refurtiva, per la maggior parte costose bottiglie di liquore. Sono così finiti in manette due uomini e una donna, tutti di origine georgiana, rispettivamente di 50, 37 e 38 anni, già noti alle forze dell’ordine. Poi gli arresti per droga. In borghese, i carabinieri hanno seguito due uomini, un trentacinquenne di Sant’Agnello e un ventottenne di Sorrento. Il loro atteggiamento sospetto ha suggerito ai militari di fermarli e perquisirli: al termine dell’operazione, sono stati rinvenuti 21 grammi di cocaina. La droga era già suddivisa in dosi pronte per essere cedute. La sostanza stupefacente è stata sequestrata, mentre i due, arrestati per detenzione ai fini di spaccio, sono stati trasferiti al carcere di Poggioreale e nel corso delle prossime ore dovranno comparire dinanzi ai giudici del Tribunale di Torre Annunziata per il processo con rito direttissimo. E ancora, una pattuglia ha fermato all’ingresso di Sorrento un ucraino, di 23 anni, residente a Piano di Sorrento. Il ragazzo è stato perquisito e nel giubbotto i carabinieri hanno rinvenuto 10 pasticche di ecstasy. La droga sintetica è stata sequestrata, mentre il giovane è stato denunciato in stato di libertà per detenzione di droga a fini di spaccio. Nel corso delle operazioni i militari hanno elevato cinque sanzioni per violazione delle disposizioni governative in materia di contenimento del contagio da Covid-19. Al termine del servizio i militari hanno identificato oltre cento persone, 18 delle quali con precedenti penali. Controllato 60 veicoli e elevato contravvenzioni al Codice della Strada per un importo complessivo di oltre 5.000 euro.

CRONACA