AstraZeneca, ad Anagni altri 16mln dosi per l’Ue. Il Governo accelera sulle vaccinazioni

Redazione,  

AstraZeneca, ad Anagni altri 16mln dosi per l’Ue. Il Governo accelera sulle vaccinazioni

Ci sono nello stabilimento di Anagni “altri 16 milioni di dosi di vaccino in attesa del rilascio del controllo di qualità e destinate all’ Europa. Quasi 10 milioni di dosi saranno consegnate ai paesi dell’UE durante l’ultima settimana di marzo, il saldo ad aprile, poiché le dosi sono state approvate per il rilascio dopo il controllo di qualità”. Lo afferma l’azienda AstraZeneca, precisando di voler “chiarire alcune dichiarazioni inesatte relative alle dosi di vaccino nello stabilimento di Anagni”.

AstraZeneca sottolinea che “non è corretto descrivere questa come una scorta”. “Il processo di produzione dei vaccini è molto complesso e richiede tempo. In particolare – conclude l’azienda – le dosi di vaccino devono attendere l’autorizzazione del controllo di qualità dopo il riempimento delle fiale”.

“Al momento non sono previste esportazioni oltre ai paesi COVAX. Ci sono 13 milioni di dosi di vaccino in attesa di rilascio del controllo qualità per essere inviate a COVAX come parte del nostro impegno a fornire milioni di dosi ai paesi a basso reddito: il vaccino è stato prodotto al di fuori dell’UE e portato nello stabilimento di Anagni per essere riempito in fiale”. Lo comunica AstraZeneca in merito alle dosi di vaccino Covid presenti ad Anagni. L’UE, rileva l’azienda, “sostiene pienamente la fornitura di paesi a basso e medio reddito attraverso lo strumento COVAX”.

Linee guida del Governo, punti vaccinali aperti 12 ore al giorno. Dose in 10 minuti

Apertura di 12 ore per i Punti vaccinali territoriali straordinari (Pvts) e fino a 8 ore nei punti mobili. E’ quanto prevede un documento sulle linee di indirizzo organizzativo e strutturale dei Pvts elaborato dai tecnici del Governo, che verrà illustrato domani alle Regioni. Nel documento, tra gli obiettivi c’è “quello di individuare i requisiti minimi essenziali, sia generali che specifici per tipologia, che caratterizzano i punti vaccinali territoriali straordinari”, come ad esempio le dimensioni della struttura. All’interno, “dall’ingresso alla vaccinazione eseguita”, è prevista una permanenza di circa 10 minuti.

CRONACA