I turisti americani tornano a Capri, prime prenotazioni

Marco Milano,  

I turisti americani tornano a Capri, prime prenotazioni

A Capri e in penisola sorrentina Pasqua e Pasquetta senza turisti per il secondo anno di fila. La zona rossa di inizio aprile ha tenuto lontano dall’isola azzurra non solo i vacanzieri ma anche i proprietari di seconde case e i turisti abituali che di solito proprio in questi giorni iniziavano a soggiornare negli hotel e nelle strutture che, purtroppo, sono ancora chiusi. Eppure c’è un piccolo segnale che alimenta un pizzico di speranza: iniziano ad arrivare le prime prenotazioni dagli Stati Uniti d’America. Anche se è evidente che la ripresa globale del mercato sarà durissima. In tal senso, a Capri, gestori e proprietari approfittando della pausa forzata si stanno dedicando al restyling delle strutture per accogliere al meglio i primi ospiti del 2021. Intanto al comune di Capri l’assessore ai beni culturali Paola Mazzina ed il consigliere delegato al turismo Ludovica Di Meglio stanno mettendo in piedi un cartellone in vista della probabile riapertura della stagione turistica puntando agli eventi culturali ed artistici all’aperto di grande spessore. E la Pasqua 2021 sarà in stand by anche per quelli della notte. «Sarà una Pasqua in famiglia – ha spiegato Gianluigi Lembo, patron insieme al padre Guido della taverna Anema e Core – perché in questo momento i flussi turistici sono bloccati. Per quest’estate prevediamo un graduale ritorno alla normalità anche grazie al piano vaccinale. Siamo in attesa di conoscere quali saranno le normative che ci consentiranno di riaprire in estate in totale sicurezza». Con i nodi dei divieti i moli e le banchine del borgo di Marina Grande anche ieri erano privi di passeggeri sia in arrivo che in partenza. Fiducioso, comunque, è il general manager dell’hotel cinque stelle lusso “Punta Tragara” Paolo Federico per le prenotazioni che già stanno arrivando dalla loro clientela, in gran parte made in Usa. E a proposito di strutture alberghiere cinque stelle lusso, Jumeirah Group, società globale di ospitalità di lusso, ha annunciato la nomina di Ermanno Zanini, direttore generale del “Capri Palace Jumeirah” al ruolo di regional vice president e general manager del “Burj Al Arab Jumeirah”, il suo hotel di punta negli Emirati Arabi Uniti. Intanto, tiene banco sempre la questione della vaccinazione dell’intera cittadinanza dell’isola di Capri e la creazione delle zone a turismo prevalente. E’ la “ricetta” ribadita da Atex Isola di Capri, l’associazione del turismo extralberghiero guidata da Graziano D’Esposito per avviare la stagione 2021. Intanto il governatore della Campania Vincenzo De Luca ha confermato l’imminente avvio della campagna vaccinale a tappeto e integrale delle popolazioni delle tre isole del golfo Capri, Ischia e Procida, alla quale farà immediatamente seguito quella di penisola sorrentina, costiera amalfitana e cilentana.

CRONACA