Viviani e l’antica Castellammare, un docufilm sul disco di Fiorenza Calogero

Rocco Traisci,  

Viviani e l’antica Castellammare, un docufilm sul disco di Fiorenza Calogero

La Juve Stabia si compatta per i playoff. Cena sociale e gli auguri degli ex
Musica e parole dal mondo, le "8 Canzoni" di Barbara

L’artista e il suo popolo, lo scugnizzo e la sua infanzia, il mito e la città perduta: chi era davvero l’uomo Raffaele Viviani e in quale Castellammare ha vissuto? Domenica mattina 23 maggio, nel cuore del centro antico di Castellammare, parte ufficialmente la nuova avventura artistica di Fiorenza Calogero, con le riprese del videoclip “Si vide all’animale”, il singolo tratto dall’album Vico Viviani (in uscita nel 2022), al centro di un progetto più vasto che prevede la realizzazione di un docufilm sui legami tra il poeta e la sua casa natale. “L’idea di associare disco e videoclip a un cortometraggio è nata durante le mie passeggiate in tuta e scarpette da ginnastica, quando mi sono imbattuta in una Castellammare sorprendente e ancora sconosciuta – afferma Fiorenza – Grazie al nostro amico Andrea De Falco, che mi ha guidato in questo percorso, ho capito che non si può raccontare Viviani senza calarsi nel suo vissuto umano. I palazzi, le leggende, i sentieri inesplorati e le antiche chiese ci riportano indietro nel tempo, a quella parte di città che dopo il terremoto dell’80 non siamo stati più capaci di immaginare e valorizzare”.

CRONACA