Stadio Liguori. Accordo tra la Turris e il Comune

metropolisweb,  

Stadio Liguori. Accordo tra la Turris e il Comune

Finalmente una buona notizia per quanto riguarda lo stadio “Amerigo Liguori”. Nella giornata di ieri si è giunti al prolungamento fino a giugno 2022 della convenzione scaduta. Un atto importante da parte dell’amministrazione comunale anche se mancano ancora alcune certificazioni da allegare alla domanda d’iscrizione al campionato di serie C. Da Palazzo Baronale hanno rassicurato Colantonio sul fatto che questi documenti saranno pronti entro e non oltre venerdì. Giuseppe Speranza, Assessore allo Sport, ha commentato con soddisfazione la proroga dell’accordo tra l’Ente e la società sportiva: “La Turris è affidataria in convenzione dello stadio. In questi giorni c’era preoccupazione in città per questo, da oggi abbiamo messo un punto di partenza per un rapporto di collaborazione che già c’era ma non era stato suggellato. Devo ringraziare il dirigente comunale Gennaro Russo il quale è stato di una precisione ed una puntualità unica: ha fatto ridotto un lavoro in pochi giorni quando normalmente per fare ciò occorrono settimane su settimane. Non va dimenticato – sottolinea Speranza – il sindaco il quale ha sollecitato sempre questa cosa. Il Liguori è sempre stato al sicuro, soltanto che fino a qualche giorno fa a gestire la struttura era il Comune d’ora in poi sarà invece la Turris”. Il primo passo dunque è stato fatto anche se bisognerà attendere, si spera non ancora per molto, il bando di sei anni per il nuovo affidamento del Liguori.

Intrigo Santaniello – Non è un mistero che l’obiettivo principe dei corallini sia lui. L’attaccante è già da due anni nel database dello scouting torrese il quale non l’ha mai perso di vista. In queste ultime settimane si è parlato molto sugli sviluppi di questa trattativa. In questo momento non c’è nulla di concreto e poi, come confermato dal suo agente Bruno Di Napoli, il ragazzo si trova bene in Irpinia: “La volontà di Emanuele è di restare qui, ha un altro anno di contratto, lui si è trovato bene sia con i compagni che con lo staff tecnico ed il club. Non mi ha mai manifestato la volontà di andare via, se sarà così lo avrà deciso la società. Aspettiamo sviluppi in merito. È normale l’attenzione di altre società, come la Turris, la Casertana, ma ce ne sono altre. Ripeto, la volontà di Emanuele è di restare ad Avellino”. Per dirla con un famoso detto napoletano non siamo ancora “Giorgio se ne vò jì e ‘o vescovo ne ‘o vò mannà”. Santaniello, prima di aprire a possibili trattative, vuole capire quale sarà il suo futuro. Al di là del contratto che lo lega ancora all’Avellino, molto importante sarà vedere se innanzitutto resterà Braglia sulla panchina dei lupi e se, qualora restasse l’attuale allenatore, quale potrà essere il suo minutaggio. La situazione potrebbe essere notevolmente più chiara a fine mese quando in casa biancoverde si inizierà a progettare l’ormai imminente prossimo campionato. La Turris resta sempre in posizione d’attesa avendo un buon margine di vantaggio nei confronti della Casertana. Il direttore Primicile è pronto all’affondo decisivo qualora tra l’Avellino e Santaniello dovessero esserci problemi o diversità di vedute.
Bruno Galvan

CRONACA