Scafati. Faida tra baby gang, caso al prefetto: convocato il comitato per l’ordine pubblico

Mario Memoli,  

Scafati. Faida tra baby gang, caso al prefetto: convocato il comitato per l’ordine pubblico

Martedì in Prefettura a Salerno si terrà il comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica. Alla riunione è stato invitato a partecipare, insieme al sindaco di Salerno Napoli, anche il primo cittadino di Scafati Cristoforo Salvati. Nella città dell’Agro lunedì scorso, in piazza Madre Teresa di Calcutta adiacente alla galleria commerciale “Plaza”, è avvenuto l’accoltellamento di tre ragazzi, di cui due minorenni. Una rissa con pugni e calci, degenerata nel sangue, mentre tante persone, tra cui moltissimi giovani, increduli assistevano alla violenza. I carabinieri del reparto territoriale di Nocera Inferiore e della tenenza di Scafati hanno individuato i partecipanti alla zuffa, un diciottenne (l’aggressore, un giovanissimo di San Marzano sul Sarno, con un coltello), due minorenni e un altro maggiorenne, che è fratello di uno dei due ragazzini. Cristoforo Salvati aveva chiesto l’intervento del prefetto, anche perché in città si sta verificando un incremento degli episodi di microcriminalità, di devianza giovanile, della presenza di gruppi criminali che puntano ad alimentare le attività illecite, a partire dal fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti, anche attraverso il reclutamento di giovani leve. Senza dimenticare ciò che è accaduto nelle settimane precedenti con la gambizzazione di un uomo che, seppur incensurato, per gli inquirenti “bazzica” ambienti dello spaccio e a questo sarebbero legati gli spari. Al prefetto Cristoforo Salvati aveva ribadito che tutto quanto rientra nelle competenze della sua amministrazione per garantire un incremento delle attività di controllo sul territorio era stato fatto dando ulteriore impulso all’azione quotidiana della polizia locale, con l’obiettivo di garantire una maggiore presenza dello Stato in strada ed aumentare la percezione di protezione da parte dei cittadini. Tutto questo, purtroppo, non è bastato. Salvati aveva detto anche che «c’è bisogno di un intervento incisivo» per far sì che chi vive a Scafati possa sentirsi sicuro. Per questo motivo aveva chiesto al Prefetto la convocazione del comitato provinciale per l’ordine pubblico e la sicurezza. Intanto, nella zona cosiddetta “calda” del centro Plaza, per disposizione del comandante della polizia locale Salvatore Dionisio, sono stato potenziati i controlli attraverso il pattugliamento a piedi della zona per garantire maggiore sicurezza ai commercianti e ai cittadini. Appena una decina di giorni fa il rappresentante di governo sul territorio salernitano aveva garantito controlli, di concerto con le forze dell’ordine, a Nocera Inferiore dopo le risse tra giovani soprattutto negli orari serali.

CRONACA