Colpo Salernitana a Venezia, 2-1 in rimonta al 95′

metropolisweb,  

Colpo Salernitana a Venezia, 2-1 in rimonta al 95′
Salernitana’s Nwanko Simy (R) and Empoli’s Petar Stojanovic (L) in action during the Italian Serie A soccer match US Salernitana vs Empoli FC at the Arechi stadium in Salerno, Italy, 23 October 2021. ANSA/MASSIMO PICA 

La Salernitana si aggiudica la sfida salvezza contro il Venezia, trovando tre punti pesanti allo stadio Penzo. La vittoria è rocambolesca e si materializza all’ultimo minuto di recupero del secondo tempo, quando Schiavone, al primo gol in serie A, insacca a porta vuota dopo una papera di Romero. Nel primo tempo la gara è equilibrata e molto tattica. I lagunari costruiscono meglio le trame di gioco, mentre la Salernitana ha buoni spunti in ripartenza, ma pecca di sufficienza negli ultimi metri dell’area avversaria, dove non riesce ad incidere. Al 14′ è il Venezia a passare in vantaggio: Molinaro scende sulla sinistra e mette in mezzo un traversone basso, preziosismo di Okereke che con un velo favorisce l’inserimento di Aramu, che insacca con una pregevole conclusione sotto il sette. Gli uomini di Zanetti continuano a gestire il pallone, ma sul finire di frazione i granata si riversano in attacco alla ricerca del pareggio, rischiando poi di subire il raddoppio con un ‘box to box’ di Okereke, che si fa tutto il campo in contropiede e pecca di lucidità al momento della conclusione a rete. La storia cambia nel secondo tempo: la Salernitana entra in campo con piglio deciso, il Venezia si difende bene ma è alle corde, e al 16′ gli uomini di Colantuono trovano il pareggio sull’asse Ribery-Bonazzoli: il fantasista francese al limite dell’area mette un pallone d’oro sui piedi dell’ariete bresciano, che sorprende Romero sul primo palo e porta i suoi sull’1-1. A metà del secondo tempo l’episodio che fa discutere: Ampadu commette una leggerezza impattando sulla caviglia di Ribery al limite della propria area. Per l’arbitro Di Bello è chiara occasione da rete, ed estrae il rosso diretto per il difensore, decisione poi confermata al Var. Il Venezia in dieci non si disunisce e gioca meglio, ma quando la partita sembra indirizzata sul pareggio, arriva la beffa: sul cross di Zortea, all’ultimo minuto di recupero, l’uscita sanguinosa di Romero spalanca lo specchio a Schiavone, che a porta vuota segna il suo primo gol nella massima serie e regala una vittoria fondamentale per la Salernitana.

CRONACA