Commerciante di Castellammare trovato senza vita, aperta un’inchiesta

Tiziano Valle,  

Commerciante di Castellammare trovato senza vita, aperta un’inchiesta

Marco Caruso è stato ritrovato morto a Calata Gesù, una delle stradine che collega i vicoletti del centro antico con via Bonito. Da solo, disteso a terra, senza segni di violenza sul corpo. A 32 anni potrebbe essere stato vittima di un arresto cardiaco, ma la Procura della Repubblica di Torre Annunziata vuole vederci chiaro sul decesso e ha disposto il sequestro della salma, che sarà sottoposta ad autopsia. Le indagini sono state affidate ai carabinieri della compagnia di Castellammare di Stabia, agli ordini del capitano Carlo Venturini. I militari sono intervenuti a seguito della segnalazione dei medici del 118 che accorsi sul posto, dopo la chiamata di un residente della zona, non hanno potuto far altro che constatare il decesso. L’inchiesta condotta dalle forze dell’ordine punta a chiarire se ci sono responsabilità sulla morte del trentaduenne oppure se si è trattato di una tragica fatalità. Il decesso, stando a un primo verbale dei medici, sarebbe dovuto a cause naturali. Ma ci sono degli aspetti da chiarire. Il primo riguarda l’orario, perché Marco Caruso è stato ritrovato senza vita alle 4 del mattino nel centro antico ma non è chiaro cosa ci facesse in quella zona della città e soprattutto se fosse da solo, come poi è stato ritrovato, quando si è sentito male. Il trentaduenne gestiva da due anni il negozio Repair Store, di elettronica e giocattoli, in via Salvador Allende nella zona della Tavernola, dall’altra parte della città, dov’è cresciuto e viveva. Tifosissimo della squadra cittadina, la Juve Stabia, le sue bacheche social nella giornata di ieri sono state sommerse da messaggi di cordoglio di amici e conoscenti increduli. Marco è ricordato da tutti come un ragazzo perbene, molto impegnato nel suo lavoro e sempre disponibile con tutti. L’autopsia consentirà di chiarire le cause del decesso e a quel punto anche indirizzare le indagini delle forze dell’ordine. Al momento non si esclude che possa esserci stata un’omissione di soccorso, forse da parte di qualcuno che potrebbe aver avuto un’accesa discussione con il trentaduenne prima del decesso. Gli investigatori stanno cercando anche di acquisire le immagini dei circuiti di videosorveglianza della zona, proprio per verificare se Caruso ha incontrato qualcuno prima di morire. Un lavoro Investigativo, a 360 gradi, che servirà per fare piena luce su una tragedia che ha sconvolto la città, prima di affidare la salma alla famiglia per l’ultimo saluto. Tiziano Valle

CRONACA