Furbetti del reddito: tra beneficiari anche il finto bulgaro di Castellammare

metropolisweb,  

Furbetti del reddito: tra beneficiari anche il finto bulgaro di Castellammare

Castellammare. Per assicurarsi il reddito di cittadinanza ha presentato in un ufficio postale di Castellammare di Stabia una carta di identità bulgara, evidentemente falsa, e ha pure simulato l’accento straniero che, però, di balcanico aveva ben poco: l’uomo, un 46enne già noto alle forze dell’ordine, figura tra i 2441 “furbetti” del reddito di cittadinanza individuati dai carabinieri nell’ambito di una vasta operazione tra Napoli e provincia.

Il trucco però è stato smascherato e al posto dei soldi i carabinieri della locale Sezione Radiomobile hanno notificato all’uomo un ordine di arresto.

Tra i casi “eclatanti” anche quello di un 41enne di Cardito (Napoli) che dal 7 aprile 2020 ha percepito puntualmente ogni mese il Reddito di Cittadinanza malgrado fosse agli arresti domiciliari. Ora ne dovrà rispondere penalmente. Il reddito di cittadinanza gli è stato revocato e, oltre alla misura dei domiciliari, avrà pendente anche una denuncia per truffa aggravata ai danni dello Stato.

CRONACA