Il Napoli crolla con l’Inter, niente fuga

metropolisweb,  

Il Napoli crolla con l’Inter, niente fuga
Napoliís Piotr Zielinski jubilates after scoring goal of 0 to 1 during the Italian serie A soccer match between FC Inter and Napoli at Giuseppe Meazza stadium in Milan, 21 November 2021. ANSA / MATTEO BAZZI

E’ la caporetto delle capoliste. Dopo il 4-3 fiammeggiante della Fiorentina sul Milan, tocca anche al Napoli subire la prima sconfitta della stagione. Il Napoli va in vantaggio a San Siro, ma l’Inter è un diesel che ingrana piano ma poi diventa inarrestabile, fino al finale garibaldino degli ospiti che poteva essere premiato dal pari. Calhanoglu, Perisic e Lautaro confezionano un 3-2 che consente ai milanesi di vincere il primo incontro con una big (dopo tre pari e il ko con la Lazio) e riaprire la corsa scudetto. Milan e Napoli sono sempre in fuga, ma l’Inter e’ a -4 e l’ Atalanta, in grande crescita, si porta a -7. E tutto ritorna in gioco. Degno della posta in palio il clou tra Inter e Napoli, che conferma l’equilibrio della serie A. Nerazzurri imballati e ospiti sornioni e concentrati. Insigne imposta il contropiede e libera Zielinski per una conclusione sontuosa che buca Handanovic. Il vantaggio addormenta il Napoli e scatena l’Inter. Barella funge da punta di appoggio costringendo Fabian Ruiz a contenersi, Darmian fa l’ala e Mario Rui lo marca, a fatica, a uomo. Cresce l’Inter col fosforo di Brozovic, poi per un mani di Koulibaly c’è un netto rigore che Calhanoglu trasforma con freddezza. L’Inter insiste e raddoppia su un forte traversone del turco deviato in rete da Perisic. Napoli in difficolta’ coi centrali difensivi ammoniti, poi esce anche Osimhen e l’Inter sfiora il tris con Lautaro. Ma il ritorno al gol dell’argentino è solo rimandato: il connazionale Correa conquista palla fuori della sua area, si fa tutto il campo senza opposizione, allarga a Lautaro che trova un diagonale vincente. Quando la gara sembra chiusa Mertens si inventa una conclusione da campione dopo un’ingenuita’ di Dzeko che nell’azione successiva si scontra con Ospina, e per entrambi serve una fasciatura in testa. Poi Handanovic in recupero fa un miracolo sui Mario Rui e Mertens si mangia il 3-3. Inter in paradiso e il Napoli ritorna in terra subendo il primo ko dopo 21 gare.

CRONACA