Riesplode il caos scuole a San Giuseppe Vesuviano, lezioni di nuovo sospese

Andrea Ripa,  

Riesplode il caos scuole a San Giuseppe Vesuviano, lezioni di nuovo sospese

Non ci fosse stato il brusco calo di temperature di qualche giorno fa, l’emergenza che ha costretto il sindaco a sospendere le lezioni in alcuni istituti della città non sarebbe mai scoppiata. E invece il nuovo caos che vede ancora una volta l’amministrazione comunale di San Giuseppe Vesuviano rincorrere i problemi, piuttosto che anticiparli, s’è palesato due giorni fa. Come un fulmine a ciel sereno, quando bastava prevedere che prima o poi  il freddo sarebbe arrivato. Così il gelo ha coperto i banchi del plesso Pace e della casa parrocchiale dove studiano alcuni alunni del plesso Santa Maria la Scala, senza che nessuno muovesse un dito. Gli impianti di riscaldamento non sono stati completati e gli alunni sono stati costretti a far lezione con i giubbotti addosso nei giorni scorsi. Così soltanto martedì scorso il Comune ha comunicato ai dirigenti scolastici che nei plessi Pace e Santa Maria La Scala «non erano stati ultimati i lavori di manutenzione per la messa in funzione degli impianti di riscaldamento». Stop alle lezioni quindi per i bambini di Santa Maria la Scala e per una parte degli studenti che frequentano il plesso Pace. «Non è stato possibile completare le operazioni di manutenzione in quanto il materiale necessario non è stato ancora recapitato. – si legge nel provvedimento firmato dal sindaco Vincenzo Catapano – Considerato altresì che, viste le attività che si svolgono e considerate le basse temperature di questo periodo, risulta indispensabile assicurare una temperatura adeguata onde evitare problemi di salute ai fruitori dei servizi scolastici ed educativi è stata disposta la sospensione per la giornata di ieri nel plesso Santa Maria la Scala, sezione Infanzia della Casa parrocchiale e il plesso Pace, nei locali interessati dagli interventi di manutenzione». Una nuova emergenza s’abbatte sullo stato delle scuole sangiuseppesi, già finite nell’occhio del ciclone a metà settembre all’alba del nuovo anno didattico. Il plesso Pace da alcuni mesi ospita anche gli studenti della scuola media Ceschelli, uno degli istituti al centro di interventi di riqualificazione programmati dall’amministrazione comunale di San Giuseppe Vesuviano e non completati – a dispetto degli annunci da parte della politica locale – entro l’inizio delle lezioni. Oltre alla scuola media Ceschelli, lavori di riqualificazione dei plessi scolastici hanno riguardato anche la scuola elementare Luonghi e l’istituto di Santa Maria la Scala: lo stop alle lezioni in questi due plessi ha praticamente paralizzato la zona a nord di San Giuseppe Vesuviano. A questi va aggiunta la questione dell’istituto Capoluogo nel centro del paese, una struttura chiusa da oltre due anni per l’emergenza crolli e mai più riaperta alla comunità da parte dell’amministrazione cittadina. Nonostante gli annunci da parte della squadra di governo locale, per l’istituto Capoluogo di San Giuseppe Vesuviano non esistono ancora progetti di messa in sicurezza.

CRONACA