Scafati. Buoni spesa, aiuti a 1.000 famiglie

metropolisweb,  

Scafati. Buoni spesa, aiuti a 1.000 famiglie

Una piccola svolta nell’imminenza delle festività natalizie. Un supporto in un momento molto difficile e legato all’emergenza Covid 19.
E’ quella che arriva dall’amministrazione comunale di Scafati che ha approvato la determina dirigenziale numero 1605 con la quale è stato concesso il semaforo verde alla graduatoria provvisoria degli ammessi per l’assegnazione di voucher/buoni spesa connessi all’emergenza Covid. A seguito dell’avviso pubblico, indetto a metà novembre dall’esecutivo guidato dal primo cittadino Cristoforo Salvati, erano pervenute 1.350 istanze totali, di cui 970 ammesse e 380 escluse. «I richiedenti esclusi potranno, comunque, richiedere il riesame della graduatoria entro il termine perentorio del 29 dicembre rappresentando le motivazioni del ricorso con le seguenti modalità: a mezzo pec agli indirizzi di posta elettronica [email protected] o [email protected]; o consegna cartacea presso l’ufficio Protocollo» specifica l’amministrazione di Palazzo Mayer.
«Tutte le istanze presentate – ha sottolineato il primo cittadino di Scafati, Salvati – sono state attentamente verificate dagli uffici comunali competenti, che ne hanno riscontrato la conformità, accertando il possesso dei requisiti richiesti dal bando, a partire dalla residenza e dall’effettiva composizione del nucleo familiare dei richiedenti. Chi non è stato ammesso ha comunque la possibilità di integrare la documentazione presentata e ritenuta non sufficiente per l’ammissione al beneficio. Ci auguriamo che anche le persone momentaneamente non inserite in graduatoria abbiano la possibilità di essere ammessi in un momento successivo».
«Ancora una volta – ha dichiarato l’assessore delegato alle politiche sociali, Raffaele Sicignano – sento il dovere di ringraziare tutti i dipendenti del settore II, servizi al cittadino, e la loro responsabile, dottoressa Carmela Pauciulo, per la celerità con cui hanno completato gli adempimenti propedeutici alla predisposizione della graduatoria che, al momento, è provvisoria. Basta considerare che il bando per l’assegnazione dei buoni spesa è stato pubblicato a metà novembre. Nel giro di un mese siamo riusciti a verificare tutte le istanze pervenute, circa mille, e stilare la prima graduatoria degli ammessi. Una precisa volta dell’amministrazione comunale, quella di velocizzare le procedure, per consentire agli aventi diritto di accedere al beneficio il prima possibile». Entro fine anno sarà chiaro anche l’esito degli eventuali ricorsi dei nuclei familiari inizialmente non ammessi.

CRONACA