I dati choc a Castellammare: una donna ogni 7 giorni vittima di violenza

Tiziano Valle,  

I dati choc a Castellammare: una donna ogni 7 giorni vittima di violenza

Castellammare. Ogni 7 giorni c’è una donna che denuncia di essere stata vittima di abusi o di violenza a Castellammare.

Sono i numeri choc che vengono fuori dalla relazione firmata dal settore Politiche Sociali e allegata alla relazione del nuovo Piano di Zona, che propone azioni concrete e maggiori investimenti, per garantire assistenza a chi ha bisogno di aiuto.

I dati sono aggiornati a maggio 2022 e raccontano di 48 istanze presentate negli ultimi 12 mesi. Cinque donne sono state costrette addirittura a fare le valigie e scappare dalle loro abitazioni.

Oggi sono ospiti di una struttura a loro dedicata a Castellammare di Stabia.Un’emergenza senza fine quella relativa alla violenza sulle donne e il timore, come spesso accade in questi casi, è che ci siano ancora tante vittime che non hanno denunciato chi le maltratta.

Tra le istanze presentate, la maggior parte dei casi riguardano violenze che vengono perpetrate da mariti violenti e da uomini che non si rassegnano alla fine di una storia d’amore.

Si comincia con gli insulti, le minacce e in molti casi si arriva alle aggressioni fisiche. Storie che spesso vengono alla luce solo dopo l’intervento delle forze dell’ordine, come accaduto anche recentemente in un appartamento del rione Moscarella, quando gli agenti hanno trovato una casa messa a soqquadro e un uomo che minacciava la sua compagna con un coltello.

Un’emergenza che già qualche anno fa ha spinto il commissariato di polizia di Castellammare di Stabia ad allestire una stanza rosa, dove vengono accolte ed ascoltate le donne vittime di violenza. Un luogo studiato proprio per mettere a proprio agio e rassicurare chi subisce maltrattamenti, aiutandola a tirar fuori tutto ciò che ha da raccontare sui soprusi subiti, affinché si possa mettere in moto la macchina della protezione e della giustizia.

C’è un altro dato preoccupante e riguarda l’aumento del numero di denunce di ragazze giovani, che non hanno compiuto nemmeno 30 anni, ma sono già finite nel tunnel della paura a causa di fidanzati violenti.

Questi casi hanno chiaramente la priorità quando le donne decidono di denunciare, ma talvolta la sola misura dell’allontanamento – che viene disposta in prima istanza, come forma di precauzione – non si rivela efficace.

Nell’elenco del settore Politiche Sociali del Comune figurano anche le mamme, nella maggior parte dei casi anziane, che subiscono violenza da parte dei figli, perlopiù tossicodipendenti che pretendono soldi.

Fondamentale è il lavoro svolto dagli assistenti sociali del Comune che garantiscono supporto a chi è vittima di maltrattamenti, cercando di aiutare le donne a superare il dolore, morale prima che fisico, e a uscire dal tunnel della paura, per ricostruirsi una vita migliore.

Un impegno che sarà incrementato con il nuovo piano sociale di zona che dovrebbe prevedere anche un aumento degli specialisti attualmente al servizio del settore Politiche Sociali del Comune di Castellammare.

CRONACA