Mertens al Capri, impresa difficile ma non impossibile

metropolisweb,  

Mertens al Capri, impresa difficile ma non impossibile

Mertens al Givova Capri Anacapri, sogno o realtà, ma, intanto, quella che da qualche parte era stata bollata come una boutade estiva, nasconde invece solide e concrete basi. Dries “Ciro” Mertens, infatti, era stato corteggiato ufficialmente nei giorni scorsi dal sodalizio isolano che ha da poco conquistato la partecipazione al prossimo campionato di Eccellenza. Il presidente della società, Nino Florio, aveva anche messo le carte in tavola, spiegando che si stava lavorando a mettere insieme un pool di imprenditori per sostenere l’operazione Mertens a Capri. Due milioni di euro, una villa dove trascorrere il soggiorno caprese per la famiglia, motoscafo privato a disposizione in qualsiasi momento per ogni trasferimento a Napoli e poi la stretta e sincera amicizia con il patron del Capri Anacapri, Florio, che proprio in onore dell’amico Mertens, aveva chiamato il figlio Ciro Dries. Poi i social a rilanciare la notizia e l’attaccante belga, effettivamente svincolato dal Napoli e libero da impegni, che posava con la maglia del Givova Capri Anacapri. “Sarebbe un sogno che diventa realtà. Stiamo discutendo di cifre importanti” raccontava il presidente della squadra caprese al quale però più di un esperto di calciomercato ribatteva che si trattava di un giochetto dell’estate e che il calciatore sino allo scorso campionato in forza al Napoli, in realtà, sarebbe finito in qualche massima serie, italiana o straniera e che, nel caso, la “scelta di vita” di vestire la maglia della sua amata Capri poteva essere un passo successivo, magari come ultimo anno con le scarpette chiodate. E invece no. Dries Mertens al Givova Capri Anacapri e divo per eccellenza del prossimo campionato di…Eccellenza è qualcosa di tremendamente serio. “La foto di Mertens con la nostra maglia? Sarebbe un sogno per tutti noi, una grande immagine per la nostra isola. C’è un discorso umano e non solo calcistico”. Queste le parole consegnate a “CalcioNapoli 24 Tv” da Alberto Favia vicepresidente del Givova Capri Anacapri. “Abbiamo dietro di noi delle aziende che potrebbero aiutarci a sostenere questo costo per la categoria, nonostante i limiti economici presenti proprio nel torneo – ha aggiunto Favia a CalcioNapoli 24 Tv – tramite gli sponsor pubblicitari si potrebbero superare questi paletti ed è talmente forte il senso di appartenenza di Dries al territorio che ci fa sperare in questo sogno. Faremo di tutto per realizzarlo. Il presidente è un amico fraterno di Dries e ci ha già parlato diverse volte per questa possibilità. Non è una boutade, ci sono cose che vanno al di là del calcio ed è da tempo che questa idea è nata”. L’impresa è difficile, dunque, ma non impossibile e si sta considerando che Mertens a Capri sarebbe un’operazione destinata ad entrare nella storia e che potrebbe creare anche degli indotti di merchandising. Insomma un modello Capri che farebbe scuola.

Marco Milano

CRONACA