Andrea Ripa

Udienze sospese al giudice di pace di Sant’Anastasia, il caso finisce al governo

Andrea Ripa,  

Udienze sospese al giudice di pace di Sant’Anastasia, il caso finisce al governo

Il giudice di pace di Sant’Anastasia è chiuso da tempo, le udienze sono bloccate. Le inchieste interne degli ultimi mesi e la carenza di organico hanno di fatto paralizzato l’intero sistema giudiziario attivo negli uffici del municipio anastasiano. Dopo il confronto promosso dagli avvocati del mandamento locale e dai sindaci del territorio, il caso è finito all’attenzione del governo. Una doppia richiesta per sbloccare il blocco completo della giustizia di provincia è arrivata da parlamentari e senatori del Vesuviano. Gianfranco Di Sarno ha preso parte all’incontro in commissione giustizia, tenutosi proprio nei giorni scorsi. «Il governo preso atto della grave carenza di organico dell’ufficio del giudice di pace di Sant’Anastasia, prenderà in considerazione le esigenze legate alla sospensione del servizio per l’intera comunità», ha fatto sapere il parlamentare passato nelle scorse settimane a Idee per il Futuro di Luigi di Maio dopo l’elezione con il Movimento Cinque Stelle. A parlare del caos udienze al giudice di pace durante l’incontro in commissione è stato anche il senatore della Lega – anche lui eletto con il M5S e poi passato ad altro partito in corso d’opera – Francesco Urraro. «Ho illustrato la grave situazione del sistema giustizia del giudice di pace, di competenza ministeriale, chiuso da tempo. C’è stata unità di intenti per adeguare l’ufficio alle importanti e reali esigenze organizzative. Il presidente della commissione giustizia, Ostellari, ha provvedutoa nome del parlamento alla redazione di una richiesta di chiarimenti e interventi urgenti, al governo e al ministro della Giustizia, Cartabia», ha detto il politico di San Giuseppe Vesuviano. Le prossime settimane saranno decisive per capire se qualcosa potrà sbloccarsi oppure no, nel frattempo gli uffici restano chiusi.  (anri)

CRONACA