Scioglimento del Comune di San Giuseppe Vesuviano per infiltrazioni mafiose, nel mirino anche il settore finanziario dell’Ente

Redazione,  

Scioglimento del Comune di San Giuseppe Vesuviano per infiltrazioni mafiose, nel mirino anche il settore finanziario dell’Ente

Nella relazione sullo scioglimento per infiltrazioni mafiose del Comune di San Giuseppe Vesuviano spunta anche il segretario generale
Intrecci tra clan e politica a San Giuseppe Vesuviano, 10 ditte nel mirino dell'Antimafia
Nuova rivoluzione post scioglimento, stop alle nomine dell'ex sindaco di San Giuseppe Vesuviano
Ombre sul Comune di San Giuseppe Vesuviano: dopo lo scioglimento sospeso il capo dell'ufficio tecnico

Nella relazione prefettizia  posta a base dello scioglimento del consiglio comunale di San Giuseppe  Vesuviano per infiltrazioni mafiose, viene fatto riferimento alle irregolarità dell’appalto del Servizio di Tesoreria relative alla mancata acquisizione della certificazione dell’agenzia delle Entrate ed alla proroga in assenza di titolo autorizzativo e di relativo contratto. Sotto i riflettori della Commissione di indagine finisce anche l’affidamento tramite il Mepa del Servizio di postalizzaziome dei tributi Tarsu-Tari-Imu avvenuto «senza la procedura di legge del Settore». La responsabile del Servizio finita nel mirino degli 007 della prefettura è la moglie un consigliere comunale di maggioranza sul conto del quale la Commissione di accesso avrebbe evidenziato frequentazioni con esponenti della criminalità. A carico della stessa figurerebbero denunce per  «reati commessi contro la pubblica amministrazione, abuso di ufficio ed omissione di atti di ufficio». Sul conto della funzionaria si fa riferimento anche ad alcuni procedimenti disciplinari di cui è stata destinataria recentemente, circostanze non certo favorevoli anche in vista della riorganizzazione degli uffici, la cui fase di interpello è già in atto al Comune.

CRONACA