Gennaro Annunziata

Momentum True Wireless 3, si può sempre far meglio

Gennaro Annunziata,  

Momentum True Wireless 3, si può sempre far meglio
Rispetto alla precedente generazione migliorano vestibilità e qualità del suono, offrendo una cancellazione attiva del rumore più efficace

Sennheiser è uno dei marchi del settore audio più longevi e noti a livello globale. Il brand tedesco è un punto di riferimento per audiofili e professionisti a distanza di oltre 75 anni dalla sua fondazione. Eppure lo scorso anno, Andreas e Daniel Sennheiser hanno deciso di vendere, per 200 milioni di euro, la divisione consumer (microfoni, auricolari e soundbar) a Sonova – azienda svizzera specializzata in apparecchi acustici – e di concentrarsi sui prodotti professionali. Una scelta che di fatto non segna la fine di un’era, visto che il catalogo resta praticamente inalterato e non si è interrotto il lancio dei nuovi prodotti che continueranno ad utilizzare il logo Sennheiser.

È il caso dei Momentum True Wireless 3, terza generazione degli auricolari TWS top di gamma che, fin dal debutto, hanno tentato di arginare lo strapotere degli AirPods, puntando su straordinarie prestazioni audio. La nuova generazione fa un ulteriore passo avanti verso la perfezione, migliorando vestibilità e qualità del suono, e introducendo una cancellazione attiva del rumore (ANC) più efficace.

Nella confezione di vendita, oltre agli auricolari e alla manualistica, ci sono, un cavo USB-A/USB-C (lungo 0,4 m), un’elegante custodia per la ricarica, 4 coppie di adattatori in silicone (taglia XS, S, M –premontati – e L) e 3 coppie di alette stabilizzatrici sempre in silicone (taglia S, M -premontate – e L), che, opportunamente scelti, garantiscono una tenuta stabile e salda ed una vestibilità comoda, anche facendone un uso prolungato.

Momentum True Wireless 3, si può sempre far meglio

Disponibili in tre varianti cromatiche (nero, grafite e bianco), i Momentum True Wireless 3 hanno un design futuristico (vincitore del Red Dot Design Award 2022) e sono costruiti con materiale acrilico/plastico, robusto e durevole, assemblato superbamente.

Momentum True Wireless 3, si può sempre far meglio

Grazie ad avanzate tecniche di miniaturizzazione, sono abbastanza compatti e molto leggeri (5,8 g). Sono certificati IPX4 quindi a prova di sudore e schizzi d’acqua.

Momentum True Wireless 3, si può sempre far meglio

Esaminando da vicino la gemma, si può notare che è formata sostanzialmente da tre parti: il frontalino esterno, che ospita il logo Sennheiser, un anello centrale, dove si posiziona l’aletta in silicone per bloccare saldamente l’auricolare all’orecchio, e la parte interna, dove sono presenti un led di stato e i contatti per la ricarica, che termina con il condotto uditivo con gommino.

Momentum True Wireless 3, si può sempre far meglio

Il frontalino esterno integra un touchpad con cui, attraverso opportuni tocchi, è facile e veloce controllare il volume, gestire le telefonate (rispondere, riagganciare, rifiutare) e la musica (play/pausa, avanti/indietro), oltre che avviare l’assistente vocale (Google Assistant o Siri) e attivare/disattivare ANC (Active Noise Cancellation) o Transparent Hearing. Il sensore di prossimità agli infrarossi presente negli auricolari, fa sì che la musica vada automaticamente in pausa quando si tolgono dalle orecchie.

I due auricolari sono già associati tra loro, e, una volta attivati, estraendoli dalla custodia di ricarica, si abbinano allo smartphone (è possibile abbinare fino a 6 dispositivi ma usarne solo uno per volta) con una semplice e veloce operazione di paring, sfruttando la tecnologia Bluetooth 5.2 (profili A2DP, AVRCP, HFP), che garantisce una connessione stabile nel raggio di 10 m. È possibile anche utilizzarne uno solo, indifferentemente il destro o il sinistro, in modalità mono.

I driver TrueResponse da 7 mm integrati negli auricolari, tra più i piccoli trasduttori dinamici in circolazione, coprono l’intero spettro di frequenze, garantendo un audio potente. Un sistema magnetico con ventilazione a triplo canale fa sì che, anche ad elevati livelli di pressione sonora, il suono resti sempre privo di distorsioni. Durante il nostro test, li abbiamo provati con svariati generi musicali e la resa è stata sempre entusiasmante, con bassi profondi ma ben controllati, toni medi e alti dettagliati e perfettamente bilanciati.

Oltre ai codec SBC, AAC, aptX, i Momentum True Wireless 3 supportano anche l’aptX adaptive, che combina qualità audio premium, trasmissione a basso bit-rate, scalabilità e bassa latenza.

Momentum True Wireless 3, si può sempre far meglio

Tramite l’app Sennheiser Smart Control, disponibile gratuitamente per Android e iOS, è possibile regolare l’equalizzazione (c’è anche un’opzione per creare un’impostazione personalizzata attraverso un breve test di ascolto) e visualizzare informazioni come la durata residua della batteria. Nell’app, come con i controlli touch, è attivabile la modalità Transparent Hearing, che amplifica l’ambiente circostante così da poter ascoltare una conversazione senza togliere gli auricolari.

L’inserimento nel condotto uditivo fa sì che gli auricolari forniscano di base un buon isolamento passivo dal rumore ambientale. A questo si aggiunge una cancellazione attiva del rumore (ANC), davvero molto efficace, che è in grado di eliminare quasi del tutto il rumore continuo a bassa frequenza, come quello di un motore o di una ventola, e di ridurre in modo significativo il rumore del parlato e i suoni ad alta frequenza. Grazie alla cancellazione adattiva del rumore, l’intensità dell’ANC viene regolata automaticamente in base alle condizioni di rumore.

Per quanto riguarda i microfoni, Sennheiser ne ha messi tre per auricolare, tutti con beamforming. Provati in conversazioni telefoniche, gli interlocutori non hanno mai avuto problemi a capire quanto dicevano anche se ci trovavamo in ambienti rumorosi.

Sono necessari circa 90 minuti per la ricarica completa della batteria da 77 mAh presente negli auricolari, che assicura, con la funzione ANC attiva, circa 7 ore di autonomia, estendibili fino a 28 ore, utilizzando la custodia di ricarica (950 mAh) che permette tre ricariche complete. Quando il livello di carica degli auricolari è basso, per caricarli rapidamente e ottenere fino a 60 minuti di autonomia, basta inserirli per 10 minuti nella custodia.

Momentum True Wireless 3, si può sempre far meglio

Quest’ultima, realizzata in policarbonato rivestito con elegante tessuto tweed, non è molto piccola (64.8 x 41.1 x 30.5 mm) ma abbastanza leggera (66,4 g). Il suo coperchio a conchiglia si apre facilmente e si chiude con un clic grazie ad un efficace magnete. Al suo interno ci sono due incavi dove inserire gli auricolari, che vengono bloccati magneticamente. Sulla faccia anteriore sono presenti invece la porta USB-C e un led multicolore che indica lo stato di carica.

A proposito di ricarica, in alternativa a quella tramite cavo USB-C, la custodia è compatibile anche con quella wireless e quindi basta poggiarla su un pad certificato Qi.

Disponibili su Amazon con prezzi a partire da 226 euro per la variante Grafite, i Momentum True Wireless 3 sono, a nostro avviso, gli auricolari Bluetooth con il miglior suono in circolazione.

Gennaro Annunziata

CRONACA