Michele Imparato

Turris, oggi il Boccia day. Esempio firma nel weekend

Michele Imparato,  

Turris, oggi il Boccia day. Esempio firma nel weekend

Il mercato è entrato nella parte finale. La domanda che i tifosi della Turris si pongono, alla luce delle ultime parole rilasciate da Colantonio qualche mese fa, è: questa famosa asticella verrà alzata oppure no? L’attesa cresce così come i dubbi di una piazza che sembra un po’ frastornata anche dai risultati delle amichevoli estive che non possono certamente lasciare tranquilli. Vero, il calcio d’agosto non è quasi mai attendibile ma è altrettanto innegabile che questo organico sia palesemente incompleto pur avendo mantenuto una base solida. Anche se pubblicamente Canzi si dice non preoccupato, in camera caritatis ha sollecitato un’accelerata per alcune operazioni. Pur elogiando chi si sta sacrificando da diverse settimane in ruoli diversi e spesso inediti, il tecnico spera di non dover continuare a fare esperimenti. La piazza in questo momento si aspetta che la società, come ha sempre fatto finora, completi la rosa con almeno quattro pedine titolari. Nella conferenza post amichevole di domenica scorsa, Primicile non a caso ha detto che a fine mercato la Turris potrebbe essere anche più forte di quanto lo si pensi. Oggi è previsto l’arrivo del difensore Boccia dal Cagliari. Sarà lui il centrale titolare al fianco di Frascatore e Manzi. L’operazione è stata conclusa con la formula del prestito secco. Non c’è alcun tipo di clausola in favore dei sardi secondo cui Boccia potrebbe tornare già a gennaio nuovamente in Sardegna qualora Giulini lo chiedesse. Chi potrebbe firmare è anche Stefano Esempio. Il difensore, svincolato dopo aver dato l’addio alla Turris qualche mese fa, si sta allenando da diverso tempo con la truppa corallina. Per caratteristiche sarebbe l’ultimo tassello over per completare l’eventuale pacchetto arretrato. I segnali sembrano essere positivi, anche il mister avrebbe dato via libera al tesseramento che potrebbe anche avvenire entro questo fine settimana. Esempio sarebbe il jolly difensivo in grado di ricoprire il ruolo di braccetto difensivo. Lo scorso anno, agendo sul centrosinistra, è stato uno dei migliori del girone per rendimento in campo. Come cantava Antonello Venditti certi amori non finiscono, fanno dei giri immensi e poi ritornano. Stefano e la Turris sono pronti a riscrivere insieme un’altra pagina importante e si spera ricca di soddisfazioni reciproche. Il tour de forte di Primicile non si fermerà qui, in dirittura d’arrivo c’è anche la trattativa per Taugordeau che si svincolerà dal Vicenza per sposare il progetto rosso corallo.

Bruno Galvan

CRONACA