Andrea Ripa

Il cimitero di Terzigno blindato contro furti e abusivi

Andrea Ripa,  

Il cimitero di Terzigno blindato contro furti e abusivi

Le difficoltà degli ultimi mesi: l’incuria e il degrado prontamente denunciati da cittadini e dai consiglieri comunali e i tanti furti che si sono consumati tra le tombe del cimitero di Terzigno, sembrano un lontano ricordo ormai. Dalla lotta ai ladri all’interno del camposanto alla lotta agli abusivi all’esterno della struttura, fino a un piano per restituire decoro e dignità all’intera struttura che ospita le spoglie dei cittadini di Terzigno: sono le fondamenta su cui è stato realizzato il progetto preparato dai funzionari del Comune. E che proprio in queste settimane è entrato nel vivo. A curare le operazioni l’architetto Celestino Casalvieri che dopo aver preso in mano le redini dell’ufficio tecnico comunale ha avviato le procedure per rimettere in piedi una struttura che negli ultimi mesi sembrava essere abbandonata al proprio destino: tra il degrado sempre più dilagante ai furti che per mesi hanno messo in crisi le forze dell’ordine. Il primo passo è stato quello di garantire la pulizia straordinaria per dodici mesi all’interno del cimitero: si tratta di interventi di rimozione dei rifiuti e di spazzamento e decoro tra i viali e le cappelle gentilizie. Un lavoro che consentirà al Comune, travolto dalle polemiche nei mesi scorsi, di mettere un argine alle critiche piovute da più parti e destinate anche ad infiammare lo scontro politico in consiglio comunale. All’interno del camposanto – già al centro di un progetto per la vigilanza nei mesi scorsi – sono stati intensificati i controlli  grazie a un sistema di videosorveglianza direttamente collegato con il comando della polizia municipale. Gli occhi elettronici, oltre che in alcuni punti strategici individuati dall’amministrazione cittadina, sono stati situati all’ingresso e all’uscita della struttura per monitorare gli accessi al cimitero comunale e poter osservare in tempo reale ogni movimento. Dall’interno della struttura in cui il Comune sfida i ladri con un piano per la videosorveglianza, all’esterno dove la battaglia dei funzionari dell’Ente di via Gionti si sposta verso le attività abusive che si svolgono proprio nei pressi del cimitero comunale. Proprio in tal senso sono stati avviati numerosi controlli, anche all’interno delle attività commerciali della zona. Dalle licenze di vendita alle segnalazioni per la registrazione alla Camera di Commercio: nel mirino degli accertamenti da parte dei tecnici e dei funzionari del Comune di Terzigno sono finite alcune delle imprese situate nei pressi del cimitero comunale. Oltre a ciò è stato previsto anche un sistema di pubblica illuminazione nel viale di accesso al cimitero comunale, un altro intervento per garantire maggiore decoro alla struttura. Così il Comune sta provando a fronteggiare le tante emergenze denunciate in questi mesi, resta da risolvere grana relativa al personale.

CRONACA