Castellammare. Numeri da record per l’Ortopedia del San Leonardo, ma mancano i posti letto

Tiziano Valle,  

Castellammare. Numeri da record per l’Ortopedia del San Leonardo, ma mancano i posti letto

L’emergenza dell’Ortopedia nell’Asl Napoli 3 Sud è stata risolta dall’ospedale San Leonardo di Castellammare. La chiusura momentanea della sala operatoria a Torre del Greco ha costretto l’equipe guidata dal primario Roberto Agostino Cirillo a un vero e proprio tour de force che si è concluso, in questa settimana, con 20 interventi chirurgici eseguiti, per la stragrande maggioranza dei casi per fratture al femore, e altrettanti pazienti dimessi. Numeri da record se si considera che l’Ortopedia a Castellammare può contare solo su 8 posti letto a disposizione, 3 ortopedici-chirurghi e 2 ambulatoriali, 12 infermieri e un operatore socio sanitario, che si sono sacrificati non poco per reggere ritmi quasi insostenibili. Un dato che va letto anche in relazione al fatto che l’Ortopedia a Castellammare ha a disposizione la sala operatoria appena per tre giorni a settimana. Il tour de force degli ortopedici ha consentito di alleggerire anche il pronto soccorso, dove sono aumentati gli accessi nell’ultima settimana. Ma è stato possibile anche grazie all’impegno del personale della sala operatoria che ha garantito la massima collaborazione. I 20 interventi chirurgici eseguiti questa settimana sono numeri che in Campania vengono garantiti solo dal Cardarelli di Napoli. Tanto basta per rilanciare un reparto che negli ultimi anni è stato a dir poco ridimensionato. L’arrivo di nuovi e giovani medici ha consentito di riconquistare 8 posti letto e soprattutto di attivare servizi importanti per l’utenza il servizio ambulatoriale dalle 8 alle 20. Purtroppo, ancora oggi, la carenza di posti letto in Ortopedia non consente di soddisfare tutti i cittadini che necessitano di assistenza e spesso sono costretti a trasferimenti in altri presidi. tiva

CRONACA