Castellammare. Parlava al cellulare mentre era alla guida, multa da 1.000 euro a un autista abusivo di Ncc

Tiziano Valle,  

Castellammare. Parlava al cellulare mentre era alla guida, multa da 1.000 euro a un autista abusivo di Ncc

Parlava al cellulare mentre guidava nel traffico di Castellammare. Gli agenti di polizia municipale hanno deciso di fermarlo per fargli la multa e controllando la sua patente hanno scoperto che non aveva i requisiti per svolgere il servizio di trasporto con conducenti. Così la multa è salita fino a mille euro. L’operazione degli agenti del nucleo di polizia commerciale, agli ordini del comandante Antonio Vecchione e del tenente Donato Palmieri, è scattata ieri mattina in via Raiola. Impegnati in un normale servizio di controllo del territorio, gli agenti hanno notato il mini-bus turistico di una società di Meta transitare nel centro di Castellammare. Il mezzo aveva prelevato alcuni turisti americani all’aeroporto di Napoli, per trasferirli in penisola sorrentina. Gli agenti hanno notato, in particolare, che l’autista stava parlando al cellulare mentre era alla guida e così hanno deciso di intervenire facendosi consegnare i documenti. Accertata che la licenza fosse in regola, l’attenzione degli agenti s’è concentrata sulla patente dell’autista che non era abilitata per quel tipo di servizio. Per l’uomo è scattata una multa da mille euro, mentre per quanto riguarda la società – così come prevede la legge – è stata fatta una segnalazione alla Prefettura, perché il controllo dei requisiti del personale impiegato sui bus turistici spetta alle società titolari delle licenze. L’operazione di ieri, però, apre un nuovo scenario, perché il sospetto che sui mezzi di noleggio con conducente vengano impiegate per persone che non hanno i titoli necessari è forte. In tal senso, proseguiranno i controlli degli agenti di polizia municipale di Castellammare, con l’obiettivo di accertare il rispetto delle regole da parte degli operatori turistici. tiva

CRONACA